Roma, senzatetto parla inglese ed è bionda: ma non è Madeleine McCann

La bambina è scomparsa all'età di quattro anni nel 2007 a Praia da Luz, una località di villeggiatura in Portogallo

Roma, senzatetto parla inglese ed è bionda: ma non è Madeleine McCann

Non poco italiano, vive per strada a Roma e rifiuta il denaro che le viene offerto dai passanti. La fotografia di questa senzatetto è finita sulle pagine del Daily Mail perchè sembrava potesse trattarsi di Madeleine McCann, la ragazzina inglese scomparsa nel 2007, all'età di quattro anni, mentre era in vacanza con i genitori e i fratellini in Portogallo.

La ragazza è senza documenti e sembra avere problemi mentali. La polizia sta cercando di identificarla. Per il momento, l'unica certezza è si tratta di una donna straniera.

La trasmissione Chi l'ha visto? si è interessata al suo caso, chiamandola "Maria", ma i giornali inglesi credono possa trattarsi di Madeleine. In realtà, anche a causa dell'età, è improbabile si tratti della bambina scomparsa visto che la senzatetto sembra avere più di tredici anni, gli anni che avrebbe oggi la ragazzina.

La senzatetto, intercettata dai microfoni di Fanpage, ha detto di non sapere chi sia Madeleine e di avere 21 anni. A togliere ogni dubbio è intervenuto il padre della ragazza: "È mia figlia". Si tratterebbe quindi una 21enne svedese, Embla Jauhojärvi, affetta dalla sindrome di Asperger. La giovane era partita per l’Italia a maggio e da allora il padre ne aveva perso le tracce. L’uomo ha allertato la polizia.

Anche diversi utenti internet hanno associato i due volti e alcuni hanno fatto notare come per occhi, bocca e altre corrispondenze non si tratterebbe di Madelaine.

Il caso della scomparsa della bambina venne chiuso poco più di un anno dopo la sparizione senza risultati. I genitori, che avevo dichiarato di non aver più trovato la bambina dopo averla lasciata da sola nella camera d'albergo con i fratelli e di essere andati a cena non lontano, sono stati scagionati da ogni accusa.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento