Roncalli e Wojtyla santi il 27 aprile

Annunciata durante un concistoro la canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. Papa Francesco sarà in Terra Santa tra marzo e aprile

Roncalli e Wojtyla  santi il 27 aprile

Giovanni XXIII (al secolo Angelo Roncalli) e Giovanni Paolo II (Karol Wojtyla) saranno proclamati santi il 27 aprile 2014, come annunciato questa mattina da Papa Francesco durante un concistoro di cardinali in Vaticano.

La canonizzazione di Roncalli e Wojtyla

Il 27 aprile sarà la domenica in albis, in cui ricorre la la Festa della Misericordia, solennità istituita da Wojtyla. A giugno scorso il Pontefice ha approvato il miracolo, attribuito all’intercessione del Beato Giovanni Paolo II e ha dispensato Giovanni XXIII dal processo relativo a un secondo miracolo dopo quello che ha portato alla beatificazione del 2000: la grazia concessa a suor Caterina Capitani guarita inspiegabilmente il 25 maggio 1966 a dalle conseguenze di una grave emorragia dopo che, oltre un anno prima, era stata sottoposta ad una resezione gastrica quasi totale. Francesco ha deciso questa dispensa essendo così radicata e diffusa la fama della santità di Roncalli: a Sotto il Monte, ad esempio, nella casa natale, una stanza intera è colma di fiocchi rosa e azzurri inviati da coppie ritenute sterili che hanno avuto la gioia di un figlio dopo aver invocato "il Papa Buono". La data è stata decisa anche per consentire ai polacchi di raggiungere Roma, visto che in Polonia le strade diventano impraticabili con la neve in inverno. Giovanni XXIII, "il Papa buono", è stato il Pontefice del dialogo e della tenerezza. A lui si deve il Concilio Vaticano II, la riforma collegiale della Chiesa. Wojtyla proclamò beato Angelo Roncalli nel 2000. Nel suo lungo pontificato di 27 anni, Giovanni Paolo II ha celebrato oltre 1.160 udienze generali cui hanno preso parte più di 17 milioni e 600 mila pellegrini. Non si contano ovviamente le altre udienze speciali e le cerimonie religiose (più di 8 milioni di pellegrini solo nel corso del Giubileo del 2000) nonché i milioni di fedeli incontrati nelle visite pastorali in Italia e nel mondo.

Papa Francesco andrà in Terra Santa

"Noi vescovi lo abbiamo incontrato nei giorni scorsi in Vaticano. Non c’è nulla di ufficiale ma Papa Francesco dovrebbe venire tra marzo e aprile, per il 50esimo anniversario dell’incontro ecumenico tra il Patriarca Athenagora I e Paolo VI", ha fatto sapere monsignor Maroun Lahham, vicario generale del Patriarcato latino di Gerusalemme, intervistato dal Servizio Informazione Religiosa della Cei. "Qui tutti i musulmani - ha assicurato il presule - lo adorano, è stato invitato dalle più importanti autorità». «Questo Papa - commenta il presule - è unico, fantastico. Lui vorrebbe venire". "Ci sono buone probabilità. E se chiederà di andare anche al campo di Zaatari, tra i profughi siriani, lo porteremo", ha poi concluso monsignor Lahham.

Commenti

Grazie per il tuo commento