Rovigo, esagera con l'alcol a capodanno: 12enne in coma etilico

Nessun incidente particolare la notte di capodanno nel territorio, ma sono stati numerosi i giovani, anche minorenni, che hanno esagerato con le bevande alcoliche per dare il benvenuto al 2020

Rovigo, esagera con l'alcol a capodanno: 12enne in coma etilico

Un capodanno festeggiato all'insegna dell'alcol e del divertimento più sfrenato a Rovigo, dove una ragazzina di 12 anni ha è finita in coma etilico. La giovanissima ha rischiato di morire soffocata dal suo stesso vomito. È stata salvata dall'intervento tempestivo dei medici del 118. Come si legge dalla Voce di Rovigo, la notte dell'ultimo dell'anno non è stata caratterizzata da incidenti particolari nel territorio, ma sono state numerose le segnalazioni di malori causate dal consumo di bevande alcoliche da parte di giovani, anche minorenni. Oltre alla 12enne, il personale del Suem ha dovuto soccorrere anche un ragazzo di 20 anni per lo stesso motivo. Se la caveranno entrambi, grazie anche all'allarme lanciato immediatamente.

Il 20enne e la 12enne sono stati monitorati continuamente, fino al loro risveglio. In casi come questi, il personale medico non può fare altro che assistere continuamente i pazienti, controllando che, a causa dello spropositato tasso alcolemico nel sangue, non intervengano complicanze fatali quali l'arresto cardiaco o episodi di vomito che possono portare al soffocamento degli interessati. Numerosi gli interventi a Rovigo nei confronti di altri giovani che, pur non mostrando le condizioni critiche dei due precitati, hanno accusato malore a causa dell'ingente quantitativo di alcol assunto.

Rovigo, 12enne va in coma etilico: salvata dai medici del 118

Il personale medico del 118 ha tratto in salvo nel territorio di Rovigo una ragazzina di 12 che, la notte di capodanno aveva assunto uno spropositato quantitativo di alcol, finendo in coma etilico. Il personale medico ha monitorato la giovanissima per evitare un eventuale arresto cardiaco o che venisse soffocata dal suo stesso vomito. Nelle stesse ore un ragazzo di 20 anni, sempre a Rovigo, si è senito male per lo stesso motivo. Fortunatamente, le condizioni di entrambi i giovani sono migliorate ed al momento risultano essere fuori pericolo.

Tuttavia, i due non sono gli unici casi di malore per abuso di alcol che hanno caratterizzato la notte di capodanno a Rovigo. Come riporta Il Resto del Carlino, altri due giovanissimi, un 14enne ed un 17enne, hanno passato le prime ore del 2020 al pronto soccorso, per poi essere portati a casa dai loro genitori. Nei casi in questione non c'è stato bisogno di alcun ricovero. A causa della loro minore età, non è dato sapere in che occasione i due ragazzini si siano sentiti male: se in una festa privata, a casa di amici, in un locale o durante il concerto di capodanno, evento caratterizzato comunque da una forte sorveglianza da parte delle forze dell'ordine.

Commenti