Rubato il busto di Giorgio Almirante

Il busto di bronzo dello storico leader del Msi è scomparso dal cimitero Verano di Roma. Donna Assunta: "Uno scempio"

Rubato il busto di Giorgio Almirante

Il busto bronzeo dello storico leader del Msi, Giorgio Almirante, è scomparso dal mausoleo che ne ospita i resti, al cimitero Verano di Roma. A scoprirlo è stata la stessa vedova, Assunta, e la figlia, Giuliana De Medici, arrivate al cimitero monumentale capitolino.

"Non credevamo ai nostri occhi e pensavamo di aver sbagliato tomba, poi l’amara conferma. E la
constatazione, ben più amara, che nessuno presso la struttura comunale aveva visto e sentito nulla per cui è impossibile pure stabilire il giorno e l’ora del furto"
, ha dichiarato Giuliana De Medici.

Che poi ha spiegato che il busto "è di bronzo, pesa notevolmente, ed era installato nel cemento armato per cui i ladri (una sola persona non avrebbe potuto farlo, evidenzia) hanno dovuto e potuto agire indisturbati per più tempo".

"Lo scempio perpetrato ai danni della tomba di mio marito è il doloroso segno del degrado
in cui versa da troppo tempo il Verano. La sporcizia e l’incuria regnano sovrane insieme alla mancanza di un servizio di guardia efficace e degno della struttura che ospita, com’è noto, i resti dei personaggi più illustri della Capitale e della nazione. Per Roma è il segno dei tempi"
, ha affermato donna Assunta Almirante.

"Oggi La Destra ha presentato un’interrogazione sul furto del busto di Giorgio Almirante avvenuto ieri presso la tomba al cimitero del Verano. Un gesto ignobile e gravissimo che profana il ricordo del padre della destra italiana, punto di riferimento per intere generazioni. Chiediamo all’amministrazione quali testimonianze istituzionali e disolidarietà verranno portate alla famiglia Almirante e quali provvedimentisi intende assumere per individuare i responsabili di questo atto spregevole", ha dichiarato in una nota Dario Rossin, capogruppo de La Destra in Campidoglio.

Commenti