Ruini torna in campo e avverte l'Italia sulla catastrofe demografica

Il cardinal Ruini torna a dire la sua dopo anni. L'alto ecclesiastico ha avvertito l'Italia sulla "catastrofe" demografica, ma è apparso anche preoccupato per quello che potrebbe succedere in Parlamento, in breve tempo, a favore dell'eutanasia

Ruini torna in campo e avverte l'Italia sulla catastrofe demografica

Monsignor Camillo Ruini è tornato a dire la sua. Il cardinale lo ha fatto, intervenendo a una presentazione di un libro sulla vicenda di Eluana Englaro, opera dell'ex sottosegratario Eugenia Roccella, che ha avuto luogo a Roma nel corso del pomeriggio di ieri. La bioetica, dunque, al centro della dialettica pubblica tra l'alto ecclesiastico e gli altri esponenti, provenienti dal mondo della politica e da quello del giornalismo, presenti all'evento organizzato dalla Fondazione Magna Carta.

Ruini, che era il presidente della Cei quando la vicenda della giovane ha interessato pure il governo - allora l'esecutivo era espressione del centrodestra - ha lanciato un monito sulla "catastrofe" cui staremmo per andare incontro come nazione. Si è parlato pure della legge sulle Dat e di quella d'iniziativa popolare sulla liberalizzazione dell'eutanasia, che il Parlamento italiano dovrebbe discutere, grazie anche alla spinta del presidente della Camera Roberto Fico, nel corso delle prossime settimane. Sappiamo come almeno una parte del MoVimento 5 Stelle sia favorevole questo genere di interventi legisaltivi. Vale la pena sottolineare come, nel "contratto di governo" sottoscritto da Lega e pentastellati, non siano comunque presenti riferimenti sul da farsi in materia di valori non negoziabili.

Il cardinal Ruini, però, ha voluto anche presentare una panoramica sulla situazione sociale ed esistenziale del Belpaese. Parte di quanto dichiarato ieri dall'ex vertice dei vescovi italiani si può leggere su Il Mattino. L'ex numero uno della Conferenza episcopale italiana, nella sua analisi, è apparso preoccupato. Esiste, anzitutto, un dramma legato alle statistiche: in Italia - lo abbiamo raccontato più volte - sta aumentando la tendenza a mettere al mondo sempre meno figli. Sul possibile "collasso demografico" si deve intervenire, ma come? Emma Bonino, qualche giorno fa, ha parlato di "travaso". Ruini, invece, ha presentato un quadro secondo cui l'Italia starebbe dirigendosi - come anticipato - verso una "catastrofe". Sembra esserci preoccupazione in riferimento a quanto potrebbe succedere in breve tempo. I provvidimenti sul testamento biologico, per via di quanto disposto dala Corte costituzionale, dovranno avere un seguito. Ne è sicuro l'uomo che ha fatto da vicario a Benedetto XVI per la diocesi romana: "Attualmente - ha dichiarato Camillo Ruini - l’unica strada per tentare di evitare che venga introdotta in maniera esplicita l’eutanasia nell’ordinamento sarebbe quella di modificare la legge vigente, revocando la facoltà di sospendere l’alimentazione e l’idratazione".

Il governo giallo-verde, però, non sembra aver intezione di operare in questo senso. Anzi, il presidente Roberto Fico sta insistendo sul fatto che il Parlamento debba dare una "risposta adeguata, compiuta e tempestiva". Ma il tentativo dell'esponente grillino sembra quello di far approvare, una volta per tutte e riempiendo un vuoto legislativo, l'eutanasia.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti