Rula Jebreal attaccata su Twitter : “Fai bodyshaming su Trump”

Dopo il suo tweet su Trump con il ciuffo biondo al vento, la giornalista è stata duramente attaccata dagli utenti, che l'hanno accusata di usare due pesi e due misure: “Proprio lei che fa la paladina del politicamente corretto? Proprio lei che si inalbera per le discriminazioni?”

Rula Jebreal attaccata su Twitter : “Fai bodyshaming su Trump”

È bufera dopo l'ultimo post di Rula Jebreal, che ha pubblicato sul suo account Twitter una foto del presidente degli Stati Uniti correlata di un commento di per sé innocuo. A far scoppiare la polemica, il fatto che la nota giornalista abbia scelto un'immagine che ritrae Donald Trump con il suo famoso ciuffo biondo agitato dal vento, spesso reso oggetto di dileggio sul web, accompagnata dalla frase: “The president of the United States” (Il presidente degli Stati Uniti)”.

Jebreal torna dunque a far parlare di sé, dopo aver fatto tanto discutere per la sua presenza al Festival di Sanremo. Un'apparizione, quella sul palco dell'Ariston, che ha comunque destato diverse controversie. Al termine del suo monologo in favore delle donne, c'è stato anche chi, come la giornalista ed autrice Concita Borrelli, ha reagito al suo intervento rilasciando commenti al vetriolo. “C'era una volta lei, Rula Jebreal, la cui venuta venne annunciata nel bel mezzo dei preparativi come fosse l'Epifania. Lei che è una tra le consigliere di Macron per i diritti delle donne. Grande esperta di politica internazionale in assenza di prove”, ha infatti dichiarato la Borrelli su “Il Messaggero”. “Un banchiere, il suo ultimo marito. Calata dall'alto con quel sorriso alternato al broncio di chi ostenta il senso del sacrificio con la stessa velocità con cui frequenta party e front row. Lei tutta la vita contro Trump”, ha poi proseguito con il suo strale.

E proprio a causa di un suo intervento sul presidente degli Usa, Rula è stata bersagliata dai messaggi indignati degli utenti di Twitter. La foto di Trump con il suo ciuffo ha fatto subito pensare ad una neppure tanto velata presa in giro, ed è partita l'accusa di bodyshaming.

In questi ultimi tempi, del resto, si è assistito a diversi casi di attacchi indirizzati a personaggi politici proprio per il loro aspetto fisico.

Dopo il post della Jebreal, dunque, gli utenti sono insorti, accusando la 46enne di non usare lo stesso metro di giudizio per tutti.

Siete i primi a riempirvi la bocca di belle e altezzose parole, e poi vi lasciate andare al bodyshaming, ha infatti attaccato un utente. “Com'era la storiella del rispetto, del non giudicare dall'aspetto fisico, del diritto di vestirsi come si vuole?”.

E ancora: “Lei sul pulpito a Sanremo a fare la morale, poi si comporta così. Predicare bene, razzolare male. Tutto previsto”, ha commentato qualcun altro. “Proprio lei che fa la paladina del politicamente corretto? Proprio lei che si inalbera per le discriminazioni?”, domanda un utente. “Ma perché lei può insultare il mondo intero, ma si lamenta quando conseguentemente prendono in giro lei?”, aggiunge un altro, come riportato da “Adnkronos”. Al momento nessuna risposta da parte di Rula Jebreal.