Salerno, picchia la madre e la compagna per 2 euro: denunciato 48enne

Il suo comportamento ha provocato ad entrambe uno stato di sofferenza fisica e morale, giudicato molto grave dagli inquirenti

La vicenda risale ad alcuni anni fa, ma è diventata di dominio pubblico solo negli ultimi tempi, quando la madre e la compagna di un uomo di 48 anni di Pagani, nel Salernitano, hanno denunciato il loro carnefice per maltrattamenti ed estorsione. L’aggressore è finito in tribunale, a processo con rito immediato, dopo le indagini effettuate dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, che ha ritenuto gravi gli indizi a carico dell’indagato.

Il 48enne, stando alle testimonianze delle donne e alle verifiche delle forze dell’ordine, avrebbe più volte picchiato e minacciato la madre e la compagna, anche solamente per ottenere 2 euro. Il suo comportamento ha provocato ad entrambe uno stato di sofferenza fisica e morale, giudicato molto grave dagli inquirenti.

Le violenze e le percosse erano cominciate nel lontano 2012 e sono continuate fino a pochi mesi fa. L’uomo era solito accanirsi nei confronti della madre, che veniva strattonata e malmenata al fine di farsi consegnare piccole somme di denaro. Lo stesso trattamento veniva riservato alla compagna, minacciata più volte di morte. Il 48enne la picchiava con pugni in testa sempre con l’obiettivo di ottenere denaro in contante.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Popi46

Lun, 04/11/2019 - 11:24

E che,se gli € fossero stati 20000 non sarebbe stato denunciato?

cgf

Lun, 04/11/2019 - 12:55

forse che gli servisse per il fumo? poi dicono che il fumo faccia nulla