Siena, crollato un ponte pericolante: era chiuso dal 2014

Il ponte si trovava sul fiume Paglia nel comune senese di Radicofani, risultava essere chiuso al passaggio dal 2014: da tempo era stata aperta una deviazione al traffico

Siena, crollato un ponte pericolante: era chiuso dal 2014

Il ponte sito sul fiume Paglia nel comune di Radicofani (Siena) è crollato. Era chiuso al passaggio dal 2014. Come si legge dall'agenzia Adnkronos, nel corso della notte le intense precipitazioni atmosferiche hanno provocato la piena del fiume Paglia che aveva già compromesso due campate del ponte. Nel tratto, al chilometro 152,500, la provincia aveva già attuato una variante per la deviazione del traffico al fine di permettere i lavori di ripristino del ponte che scavalca il fiume Paglia. Dopo il rientro dell'arteria in sua gestione, Anas ha inserito nei propri piani di finanziamento l'intervento di demolizione e ricostruzione dell'infrastruttura, considerata un'opera d'arte. Già conclusa la progettazione delle attività di demolizione. Ora è in corso di perfezionamento l'iter per reperire le necessarie autorizzazioni da parte degli enti preposti, ad esito del quale potranno essere avviati i lavori.

Siena, crolla il ponte sul fiume Paglia: chiuso dal 2014

Il crollo del ponte sul fiume Paglia nel comune di Radicofani, in provincia di Siena, si è verificato nella notte del 2 marzo 2020. L'infrastruttura è situata lungo la S.R. 2 Cassia al km 152+700. Il ponte risultava essere chiuso dal 2014, nel 2017 era stata aperta una deviazione, per l'opportuna scorrevolezza del traffico. Il cedimento, molto probabilmente, è avvenuto anche a causa delle frequenti piogge. Non risultano esserci feriti, fortunatamente. Eppure, l'allarme per la struttura pericolante era stato lanciato da molto tempo. Recentemente, erano stati diversi i conducenti di autovetture che avevano notato alcuni importanti elementi di precarietà nel ponte.

Nicoletta Innocenti, presidente di Opera Val D'Orcia, aveva denunciato alcune settimane fa la problematica, affermando quanto fosse "evidente a chiunque passi in questi giorni sulla Cassia all’altezza della zona artigianale di Abbadia San Salvatore che il viadotto sostituito dall’attuale bypass sta crollando. C’è qualcuno che motivatamente parla di subsidenza da mettere in relazione alla geotermia in Amiata e i piloni totalmente scoperti ne sarebbero il segno". Anas ha reso noto di stare eseguendo "tutte le verifiche tecniche necessarie lungo la statale 2 “Via Cassia” a seguito del cedimento strutturale di parte del ponte Paglia, già chiuso al traffico dalla Provincia nel 2014 nel comune di Radicofani, in provincia di Siena ". La subsidenza è un fenomeno riguardante l'abbassamento del terreno per cause, il più spesso, naturali, legate a eventi di tipo geologico. Tuttavia, il fenomeno in questione può essere anche di natura artificiale o antropica. Al momento non risultano esserci ulteriori aggiornamenti sulla vicenda, nel caso non mancheremo di recare nuove informazioni.

Commenti

Grazie per il tuo commento