Cronache

Il "sindaco dei migranti" a braccia aperte: "Questa è casa vostra"

Leoluca Orlando accoglie l'equipaggio della Sea Eye 4 e annuncia una serata di solidarietà per la Ong tedesca che ci porta i migranti

Il "sindaco dei migranti" a braccia aperte: "Questa è casa vostra"

Da poco sbarcato ad Augusta (Siracusa), l'equipaggio della Ong tedesca Sea-Eye ha raggiunto stamani Palermo per essere ricevuto con tutti gli onori dal sindaco del capoluogo siciliano Leoluca Orlando.

La sera scorsa la nave Sea Eye 4, che da sabato si trovava al largo delle coste della Sicilia dopo che Malta si era rifiutata di aprire i propri porti, è infatti prevedibilmente attraccata al porto di Augusta, facendo sbarcare nel nostro Paese altri 106 extracomunitari. "È irresponsabile e disumano rifiutare a queste persone l'accesso a un porto sicuro per un tempo troppo lungo", e "ora ci aspettiamo di vedere rapidamente un cambiamento della politica nei confronti di tutte le persone che cercano protezione", hanno commentato alcuni rappresentanti della nave Ong, come riportato da SkyTg24.

Questa mattina l'equipaggio della Sea Eye 4, che fra l'altro ha già ricevuto la cittadinanza onoraria (conferita lo scorso giugno), ha incontrato il sindaco di Palermo, che non ha mai nascosto le proprie idee sul tema immigrazione. Leoluca Orlando ha accolto i membri della nave Ong, riservando loro un caloroso benvenuto. Il primo cittadino ha quindi ricordato all'equipaggio che ciascuno di loro viene considerato come un cittadino di Palermo. "Questa è casa vostra", ha affermato Orlando.

Il sindaco di Palermo ha inoltre ringraziato tutto il personale della Sea Eye 4 per il lavoro svolto nel Mar Mediterraneo, e "per il loro grande impegno a tutela del diritto alla vita". Ma non finisce qui. Orlando ha anche annunciato di avere intenzione di organizzare una serata di solidarietà alla Ong tedesca: un evento che dovrebbe tenersi in città la prossima settimana. Insomma, mentre la Sicilia si trova sempre più in crisi a causa della massicci affluenza di stranieri, arrivati sia mediante sbarchi autonomi che grazie a navi Ong, il primo cittadino di Palermo continua a promuovere l'accoglienza. La stessa serata di solidarietà è pensata, come affermato dallo stesso sindaco, "per sottolineare la vicinanza di Palermo a Sea Eye, che ha salvato e continua a salvare migliaia di vite umane nonostante egoismi e indifferenze degli Stati".

Commenti