Contrae il coronavirus da un paziente: ​muore sindaco-medico

Si tratta di Costantino Ciavarella, primo cittadino di San Nicandro Garganico dal 2018 con il centrodestra. Aveva contratto il virus da un suo paziente

Contrae il coronavirus da un paziente: ​muore sindaco-medico

Una scomparsa che ha sconvolto tutta la comunità foggiana. Costantino Ciavarella, medico di famiglia e sindaco di San Nicandro Garganico dal 2018, un Comune in provincia di Foggia, è una delle vittime per Covid in Puglia. Si è spento ieri notte nel reparto di rianimazione dell'ospedale di San Severo, sempre nella zona dauna. Aveva 65 anni e, stando alla catena dei contagi, avrebbe contratto il virus da un suo paziente risultato poi positivo al Coronavirus.

"Un uomo doppiamente in trincea nella lotta alla pandemia", lo ricordano così i colleghi medici nel suo duplice ruolo di operatore sanitario e di primo cittadino. A esprimere cordoglio e vicinanza alla famiglia e al paese in tanti. "A titolo personale, ed in rappresentanza dell'associazione italiana ospedalità privata della Puglia, formulo le mie condoglianze ed esprimo la mia vicinanza alla famiglia del dottor Costantino Ciavarella, sindaco di San Nicandro Garganico e collega, deceduto stanotte a seguito del contagio da Covid-19 contratto nel dicembre scorso, durante la visita ad un suo paziente", a darne notizia Potito Salatto, presidente dell'associazione italiana ospedalità privata della Puglia. "Una notizia che ci lascia sgomenti e senza parole." ha concluso Salatto.

"Una persona molto stimata per le sue doti umane e professionali", lo ricorda così anche il presidente dell'ordine dei medici di Foggia, Pierluigi De Paolis. "Questo ennesimo lutto mi addolora e mi preoccupa" commenta, invece, Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici che continua "benchè a oggi siano 2480 i medici di famiglia pugliesi vaccinati per il Covid-19, pari quindi all'80 per cento, lo stillicidio di morti non si ferma. È vitale accelerare il piano di vaccinazione per tutto il personale sanitario, inclusi liberi professionisti e odontoiatri, perchè l'intera categoria è esposta".

Sul profilo Facebook di Ciavarella nessun riferimento al virus, solo l'immagine con lo stetoscopio lascia intendere il suo impegno e la dedizione per il suo lavoro. Tra gli ultimi post uno dell'estate scorsa in merito al contenimento dei contagi. Lo stesso sindaco invitava i suoi concittadini al rispetto delle regole anticontagio: "Il Coronavirus c'è ancora, non deve passare l'idea che il pericolo è passato".

La provincia di Foggia, infatti, è stata e continua ad essere tra le zone in Puglia più colpite dall'epidemia. Al momento i positivi al Covid sono 23.351 e solo ieri si sono registrati cinque decessi tra cui, appunto, Costantino Ciavarella.