Il sismologo Giuliani: "Prevedo il terremoto. In Italia mi boicottano"

Il sismologo: "Solo qui mi boicottano, all'estero no"

Il sismologo Giuliani: "Prevedo il terremoto. In Italia mi boicottano"

C'è chi lo definisce un mitomane e chi invece pensa che sia uno dei pochi sismologi capaci di prevedere un terremoto. Le ricerche sulla prevedibilità dei terremoti di Giampaolo Giuliani fanno discutere. Ma lui è certo della loro validità. E in un'intervista al Tempo spiega: "Le polemiche sono sorte nel 2004, quando io presentai la mia ricerca sperimentale e fu tacciata da criminale. E lo sai perché? Non si poteva dire che i terremoti si potessero prevedere. Adesso, però, l'aria è camibata, oggi si comincia a parlare della possibilità di prevedere scientificamente i terremoti. Perché per tutto questo tempo si doveva abbattere Giuliani? A chi facevo del male? Te lo dico io: perché il terremoto è un fenomeno che produce Pil e dunque c'è sempre stata un'ostilità verso di me affinché il terremoto rimanesse un fenomeno non prevedibile".

Entrando nel dettaglio degli strumenti da lui utilizzati, Giuliani spiega: "Io sono 16 anni che studio il radon e ho informazioni su questo elemento, radioattivo, che il mondo accademico nazionale non ha, perché utilizzo uno strumento costruito da me. Io l'ho messo a disposizione di tutti nel 2004 dal Cnr alla Protezione civile e nessuno l'ha voluto vedere. Ora però l'aria sta cambiando. Le mie ricerche sono state pubblicate in una rivista americana e in due riviste cinesi. All'estero sto avendo molto successo: sono appena rientrato dagli Usa, presto andrò in Siberia".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento