Stati Uniti, polizia arresta ladro in fuga grazie a Instagram: lui aveva postato una storia

Un ventenne americano, sospettato di aver rubato una macchina, aveva fatto perdere le sue tracce fino a quando non ha saputo resistere alla tentazione social. Gli agenti l'hanno arrestato poco dopo la diffusione di un video

Era sospettato di aver rubato una macchina e da quel momento di lui si era persa ogni traccia. Ricercato dalla polizia per qualche tempo, è stato ritrovato in queste ore grazie a un video pubblicato su Instagram proprio da lui stesso. È accaduto nella contea di Volusia, in Florida, negli Stati Uniti, dove Kevin Gaines Jr, un ragazzo di 20 anni, è stato arrestato dagli agenti che erano sulle sue tracce da ormai sei settimane.

La diretta social

Secondo quanto riportato dal Daily Mail, il ventenne americano aveva deciso di darsi alla fuga dopo che le forze dell'ordine sospettavano di lui per il furto di un'automobile. Il giovane, apparentemente scomparso nel nulla, è ricomparso perché ha deciso di utilizzare il popolare social network per farsi una diretta, cioè un video in cui altri utenti possono commentare in tempo reale la performance della persona seguita. La polizia, infatti, che da tempo curava i suoi movimenti lo ha trovato grazie al suo profilo e lo ha arrestato in seguito.

La scoperta dello sceriffo su Fb

Secondo quanto pubblicato in un video postato sull'account Facebook dello sceriffo della contea di Volusia nei giorni scorsi, la polizia, davanti al presunto rifugio del giovane, avrebbe avuto la conferma di trovarsi nel posto giusto all'accensione di una lampada, gesto che compariva anche nella diretta del ragazzo. E a quel punto, dopo diverse prove e verifiche, gli agenti avrebbero deciso di non aspettare più e di intervenire per arrestare il ventenne ricercato.

Il rifugio durante la fuga

Secondo le prime informazioni, il 20enne statunitense aveva l'obbligo di firma, ma dopo essere stato sorpreso a delinquere (rubando la macchina) era stato avviato per lui il procedimento di arresto che, però, gli agenti non hanno mai potuto effettuare grazie alla sua fuga. Il giovane, infatti, era riuscito a rifugiarsi in una casa in Beresford Avenue, dalla quale trasmetteva i suoi video sul popolare social network dedicato alle immagini. E proprio grazie alle sue continue pubblicazioni su Instagram, le forze dell'ordine sono riuscite a rintracciarlo.

L'accusa

Attualmente, le accuse per il ventenne sono diverse: a suo carico ci sono denunce per furto d'auto, resistenza a pubblico ufficiale e guida con patente sospesa. Il giovane, che in precedenza aveva già avuto diversi problemi con la giustizia, era stato arrestato per diversi crimini. Tra cui il furto d'auto e una sparatoria in una pista di pattinaggio. Ora è stato arrestato.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.