Stop alle auto nei campi rom, i nomadi: "Chiudiamo noi la strada agli italiani"

Rom sul piede di guerra nel campo nomadi di via di Salone dopo lo stop ai veicoli deciso dalla Polizia Locale per prevenire le attività illecite. Esultano i residenti: "Un passo verso il ripristino della legalità"

Continua la stretta sui campi nomadi della Capitale. Dalla scorsa settimana a presidiare l’ingresso del campo nomadi di via di Salone c’è un’auto della Polizia Locale che blocca le vetture fuori dai cancelli dell’accampamento. Si tratta di una misura volta ad impedire l’ingresso di auto e furgoni, che spesso trasportano immondizia e metalli che vengono smaltiti illegalmente all’interno del campo, creando non pochi problemi ai residenti della zona. Ma nell’insediamento alla periferia Est della Capitale i nomadi sono sul piede di guerra.

La soddisfazione dei residenti: "Così fermiamo i roghi"

Se, infatti, per gli uomini della Polizia Locale che sorvegliano l'area si tratta di un atto dovuto verso i cittadini, per gli abitanti della baraccopoli è l'inizio di una “politica di repressione contro la comunità rom”. “È un provvedimento che verrà esteso a tutti i campi nomadi della Capitale”, spiega Franco Pirina, presidente del comitato di quartiere Caop Ponte di Nona. “Si è partiti dal campo di via di Salone perché è quello che ultimamente ha dato maggiori problemi, sia per il ritrovamento di auto rubate o sprovviste dei documenti di circolazione, sia per il materiale che veniva trasportato all’interno del campo e smaltito attraverso i roghi, sia per il ritrovamento di droga e armi”, continua il presidente del comitato.

La protesta dei nomadi: "Dateci il parcheggio o occupiamo la strada"

Così, ora i nomadi sarebbero obbligati a posteggiare le proprie auto nel parcheggio della vicina stazione. Ma la maggior parte preferisce lasciare vetture e furgoni ai margini della strada. Un po’ per comodità, un po’ per protesta. “Se non riaprono il transito alle auto siamo pronti a manifestare e a bloccare la strada”, ci spiega uno dei nomadi residenti nell’accampamento. “Loro bloccano noi, e noi blocchiamo la strada agli italiani”, attacca. “Sono tre giorni che protestiamo”, gli fa eco un altro inquilino del campo rom. “Non possono vietarci di parcheggiare almeno nel parcheggio antistante l’accampamento, che è di nostra proprietà”, denuncia lo stesso ragazzo serbo, che lancia ai vigili un vero e proprio ultimatum: “Se entro due giorni al massimo non ci liberano il parcheggio quattrocento persone bloccheranno la strada principale di via di Salone, e allora voglio vedere se ci ascolteranno”. Parte della comunità rom residente nella baraccopoli puntualizza di essere d’accordo sul divieto di transito per le vetture all’interno del campo.

“Ci sono i bambini e spesso c’è chi alza il gomito e si mette a sfrecciare per i viali dell’accampamento”, ci spiegano. Ma vietare anche l’uso del parcheggio esterno, attaccano, è una “misura repressiva”. “Siamo uomini, non siamo bestie”, inveisce uno di loro. “Ci maltrattano di continuo, qui ci sono donne incinte, bambini, come fanno a vietarci di parcheggiare davanti casa nostra?”, si chiede un altro rom. Nel capannello di curiosi che ci si è stretto attorno ognuno vuole dire la sua. E davanti alle accuse dei residenti, che da anni denunciano illegalità e roghi tossici, c’è anche chi rivendica provocatoriamente il suo diritto al “furto”. “Guardate come viviamo, adesso pretendono che tutti noi dobbiamo essere onesti, se io vedo mio figlio che muore di fame vado a rubare, sicuramente vado a rubare”, afferma un signore sulla cinquantina.

La rivolta dei rom al Camping River

Ad esultare sono invece i residenti di Ponte di Nona, che da mesi aspettavano un provvedimento di questo tipo. “Speriamo che questa decisione venga presto estesa anche agli altri insediamenti della Capitale”, si augura Franco Pirina. Anche se, per ora, non sembra essere stata accolta di buon grado da parte dei diretti interessati. E i malumori non si fermano al campo di via di Salone. Lunedì mattina una manifestazione della comunità rom è andata in scena anche al Camping River, nel quadrante nord di Roma, dove nelle scorse settimane la Polizia Locale è intervenuta per sgomberare l’insediamento abusivo e demolire i moduli abitativi. Per i nomadi rimasti nell’accampamento senza acqua né servizi igienici la proposta di Matteo Salvini di censire la popolazione rom della Capitale è un’idea “razzista”. E anche nell’insediamento di via della Tenuta Piccirilli la tensione resta alta, complice anche la manifestazione organizzata per lunedì pomeriggio nei pressi del campo dal movimento CasaPound.

Commenti

Altoviti

Mar, 10/07/2018 - 09:50

Espellere i Rom!!!!!!!!!!!!

Algenor

Mar, 10/07/2018 - 10:01

Ruspa!!!!

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 10/07/2018 - 10:28

cianno raggione cianno e sono coperti oltre che dai pdioti anche dalle toghe rosse..a quando una pulizia a tutti i livelli???

Ritratto di italiota

italiota

Mar, 10/07/2018 - 10:31

bisognerebbe fare come nella Germania degli anni trenta... dei bei campi di concentramento dai quali nessuno può uscire

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Mar, 10/07/2018 - 10:33

@Algenor-Mar, 10/07/2018 - 10:01. Ruspa e possibilmente anche il lanciafiamme e se non basta qualche bombetta al fosforo e al napalm, altro che "Blocchiamo la strada agli Italiani". Gli ITALIANI, sinora sono stati stupidamente fin troppo tolleranti, l'albero si raddrizza quando è piccolo, se non lo si fa, cresce storto e allora l'unica soluzione è abbatterlo!

Ritratto di laghee100

laghee100

Mar, 10/07/2018 - 10:45

…… un plotone di polizia a controllare Bollo, Assicurazione e Revisione e sequestrare le auto non in regola !!………. già ma questi controlli li fanno solo a noi italiani che nel 99% siamo in regola !

Ritratto di abate berardino

abate berardino

Mar, 10/07/2018 - 10:46

se anche stavolta l italia cala le braghe e la fine della fine

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 10/07/2018 - 10:51

Ma cacciate via questa zozza-glia dal paese una volta per tutte:risparmieremmo pure i soldi della volante in presidio. Roba da pazzi.

il corsaro nero

Mar, 10/07/2018 - 10:51

Dunque vediamo, non hanno un lavoro, per vivere delinquono, ammorbano l'aria bruciando rifiuti tossici, non mandano i figli a scuola, ma a rubare e minacciano anche?

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Mar, 10/07/2018 - 11:11

nomadi? ma se sono stanziali. restituite loro il nomadismo mettendoli nelle condizioni di tornare nel loro paese slavo di origine. risultato? riduzione dell'inquinamento, chiusura di discariche abusive, calo dei furti e scippi con percentuale a due cifre così come le infezioni da malattie, risparmio di milioni di euro che non verrebbero più elargiti a questi stranieri.

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 10/07/2018 - 11:52

Qui non ci vogliono le ruspe, MA I CARRARMATI!!!

VittorioMar

Mar, 10/07/2018 - 11:56

..è una proprietà privata ??...BASTA UNO SCHIACCIA SASSI !!!

Boxster65

Mar, 10/07/2018 - 12:06

I Rom mandateli tutti alla sede di Rolling Stones e da coloro che mettono la maglietta rossa a partire dalla Boldrini, da Saviano, Lerner ecc...

stefano1951

Mar, 10/07/2018 - 12:13

Dove stanno le ruspe di salvini? Sull'incrociatore Diciotti?

chebarba

Mar, 10/07/2018 - 12:17

CAPITO SU SUOLO ITALIANO CHIUDONO LA STRADA AGLI ITALIANI..

ziobeppe1951

Mar, 10/07/2018 - 12:34

Come sono razzisti questi zingari

Fearlessjohn

Mar, 10/07/2018 - 12:35

Inutile che rivendichino il diritto a rubare per fame. Lo Stato, visto che il popolo italiano è straordinariamente ricco, passa ad ogni famiglia ROM una diaria notevole. In poche parole manteniamo loro come manteniamo i clandestini immigrati. A questa si aggiunge quello che è diventato quasi un diritto, quello di rubare, che giustifica le auto di grossa cilindrata e i camper costosi che vedo nel campo ROM che incontro sulla strada per casa. Stiamo assistendo al rovesciamento del diritto, con magistrati che mandano assolta la ROM che dichiara il furto come sua attività per vivere. Basta, no ??!!

agosvac

Mar, 10/07/2018 - 13:04

Chiudono le strade italiane agli italiani??? direttamente in galera senza processo!!!

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Mar, 10/07/2018 - 13:05

Chi si comporta da invasore in suolo non proprio dovrebbe essere trattato come nemico. O scacciato o combattuto come tale fino alla totale liberazione. Ma L'UE è terra amica per ogni nemico...

momomomo

Mar, 10/07/2018 - 14:44

Cari rom, sinché vi trovate in Italia, la strada agli italiani non si blocca! Cari italiani, sinché si trovano in Italia, la strada ai rom si potrebbe anche bloccare....

apostrofo

Mar, 10/07/2018 - 17:12

Quanto ci vorrà per recuperare un po' di regola in Italia !

NIC045

Mar, 10/07/2018 - 17:20

"come fanno a vietarci di parcheggiare davanti casa nostra?” e pure “Non possono vietarci di parcheggiare almeno nel parcheggio antistante l’accampamento, che è di nostra proprietà”... Scusate ma...il concetto di NOSTRO pare un po' discutibile. Dov'è la buonanima di elkid che dall'alto della sua onniscenza ci illumina su questo nebuloso concetto che i simpatici rom hanno in testa? Qualcuno direbbe MA "NOSTRO" DE CHE?

gneo58

Mar, 10/07/2018 - 17:33

nel medioevo, nel 1300 quando si e' diffusa la peste, c'era solo un modo per ripulire tutto ed evitare il diffondersi del contagio........

QuebecAlfa

Mar, 10/07/2018 - 18:26

Si posizionino i cartelli "Dogana-Douane" all'ingresso di questi campi, dichiarando quei territorii extra-doganali, extra-UE con presidio fisso della polizia finanziaria.

Yossi0

Mar, 10/07/2018 - 18:29

state tranquilli che tra poco i pdioti e affiliati buonisti insorgeranno

Ritratto di thunder

thunder

Mar, 10/07/2018 - 18:36

Brutti razzisti....lanciafiamme.

il veniero

Mar, 10/07/2018 - 18:54

un bel campo a casa dei ben pensanti ...oppure vanno bene solo a casa altrui ?

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Mar, 10/07/2018 - 18:54

Ruspa e forni

Happy1937

Mar, 10/07/2018 - 19:12

Bloccano la strada agli "italiani"? Quindi ammettono di non essere italiani. Ergo: fuori dai piedi!

bruco52

Mar, 10/07/2018 - 19:31

“Non possono vietarci di parcheggiare almeno nel parcheggio antistante l’accampamento, che è di nostra proprietà”....di vostra proprietà? ma se nemmeno i vestiti che portate sono vostri, perché provenienti da furti o da rovistamenti nei cassonetti, pretendete che sia di vostra proprietà un parcheggio, un terreno del comune e cioè dei cittadini che lavorano e pagano le tasse?...ma fateci il piacere....

giosafat

Mar, 10/07/2018 - 20:45

Beh, se occupano la strada si manda l'esercito...e con licenza di sgombero. Poi si impacchettano i buzzurri e li si accompagna al più vicino confine, con divieto assoluto di rientro. 'Deromizzare' è diventato imperativo. Matteo: ruspa!

daniel66

Mar, 10/07/2018 - 22:08

gli unici a volerli sono le centinaia di pseudo-professionisti (assistenti sociali, psicologi, sociologi, mediatori culturali e via ballando - senza dimenticarci dei più avidi di tutti: i preti) che gravitano attorno al business miliardario del buonismo, mascherato dietro l'ideologia e appoggiato al denaro pubblico.

ciruzzu

Mar, 10/07/2018 - 22:16

tre giorni di sosta in aree destinate dai comuni (fuori citta) e poi via

caren

Mar, 10/07/2018 - 22:38

Anche questo???!!!. I nuovi padroni della città si sentono offesi, ed hanno ragione. Questi cattivoni di italiani, gli tolgono tutto dalla sera alla mattina. Non si fa così.