Cronache

I genitori arrivano in aeroporto. E scoprono che il figlio è morto

Il ragazzo avrebbe dovuto festeggiare i 18 anni e invece è stato trovato senza vita dai compagni con cui studiava l’inglese

I genitori arrivano in aeroporto. E scoprono che il figlio è morto

Claudio Mandia trovato morto in un college di New York. Il ragazzo di Battipaglia, comune in provincia di Salerno, avrebbe compiuto diciotto anni nella giornata odierna e invece è stato ritrovato senza vita nella stanza presa in affitto da alcuni mesi.

A fare la tragica scoperta i compagni di studio, che dopo aver bussato ripetutamente alla porta del compagno avrebbero trovato il suo cadavere, avvertendo chi di dovere. La famiglia dell’adolescente, invece, è stata avvisata dalle forze dell’ordine quando era ancora in aeroporto. I genitori, infatti, erano giunti negli Usa per festeggiare la maggiore età del figlio che mai e poi mai pensavano sarebbe finito in quel modo.

Lo studente, secondo quanto dicono le prime indagini, dovrebbe essere morto nella notte tra giovedì e venerdì, probabilmente a causa di un malore nel sonno. Fino a quando, però, non ci sarà l’autopsia, che dovrebbe tenersi nelle prossime ore, non si può scartare alcuna ipotesi. Una cosa è certa, Claudio la sera prima della tragedia sarebbe stato in ottima forma, tanto da aver trascorso la serata all’insegna della spensieratezza con gli amici con cui studiava l’inglese.

Un fulmine, quindi, a ciel sereno per il padre e la madre, proprietari di una nota azienda alimentare del salernitano, che avevano mandato a studiare fuori Italia l’adolescente esclusivamente per fargli perfezionare la lingua, considerando la sua smisurata passione per i viaggi e in modo particolare per la cultura statunitense.

Sconvolta la comunità di Battipaglia.“E’ una tragedia immane – dichiara all’Ansa la sindaca Cecilia Francese. In queste ore in tanti lo stanno ricordando come un ragazzo solare e vivace. Pensare che aveva una vita davanti e tante prospettive e poi dover accettare che sia finito tutto in questo modo è tremendo”.

La triste notizia è arrivata subito anche ai suoi ex compagni del liceo scientifico Medi, che aspetteranno la salma del brillante amico davanti la sua abitazione, che salvo imprevisti, dovrebbe arrivare in Italia nella giornata di lunedì. Si è tenuta, intanto, già una veglia per ricordarlo presso la Chiesa di Santa Maria della Sapienza, dove ragazzi e ragazze si sono ritrovati per non far passare inosservata la scomparsa di un loro coetaneo, andato a New York per coronare un sogno e invece trovato morto in una stanza del college, che per lui sarebbe dovuta essere solo un inizio e non certamente una fine.

Commenti