Suini castrati senza anestesia, veterinario denunciato dai carabinieri

Oltre alla denuncia del medico, i carabinieri della forestale hanno sequestrato 2 allevamenti-lager di suini: gli animali erano tenuti in condizioni aberranti

Una brillante operazione quella portata a termine dai carabinieri della forestale di Santa Sofia (Forlì), coadiuvati dal servizio veterinario della asl Romagna: i militari hanno infatti scoperto due allevamenti-lager di suini, riscontrando un'enormità di illeciti.

Gli animali erano tenuti in condizioni aberranti: senza acqua, ammassati l'uno all'altro e rinchiusi in box piccolissimi, quelli sani tenuti vicini a quelli malati. Inoltre le vasche per la raccolta dei reflui erano sprovviste dei requisiti di legge ed i registri di allevamento non erano a norma.

Come se non bastasse i forestali si sono accorti che alcuni suini maschi presentavano ferite sul posteriore ed evidenti gonfiori: ciò stava ad indicare che i maiali erano stati castrati senza ricorrere ad anestesia, provocando così negli animali delle atroci quanto inutili sofferenze.

I carabinieri hanno così posto i sigilli ai due allevamenti e sequestrato gli animali. Il veterinario preposto a garantire il benessere dei suini è stato denunciato per maltrattamento di animali mentre altre persone sono finite sotto la lente d'ingrandimento degli uomini della forestale. Infine sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di 16mila euro.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

btg.barbarigo

Gio, 09/08/2018 - 22:02

Farabutto,carogna schifosa.Non riesco a trovare termini adatti per qualificarti.

Ritratto di thunder

thunder

Ven, 10/08/2018 - 00:51

Ma come...queste cose nella rossa Emilia Romagna!

Lupo_Nero

Ven, 10/08/2018 - 01:27

Tutta bella carne fresca sui banchi alimentari... Oltre a lui, denunciassero anche chi la produce in questa maniera.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 10/08/2018 - 08:48

così facendo i famigerati prosciutti "griffati" risultavano più pesanti!

6077

Ven, 10/08/2018 - 09:42

essere schifoso. propongo di condannarlo a lavori socialmente utili ed affidargli in cura, per la reciproca riabilitazione sociale, pedofili e stupratori.

claudio.canali

Sab, 11/08/2018 - 11:53

chi sbaglia deve giustamente pagare ma chi scrive deve sapere che può fare danni ben più grandi. Dai verbali delle forze preposte risulta ben altra situazione, nessuna condizione aberrante, nessun ammasso di animali. Unico errore di questo imprudente allevatore avere una animale paralizzato nel corridoio del capannone (per prestare meglio le cure) e un animale castrato da un veterinario senza la somministrazione di anestesia ma solo di un tranquillante. Ben diverso da quanto riportato dal giornalista, che andrebbe perseguito al pari dell'allevatore.