Cronache

Sul treno senza biglietto aggredisce i poliziotti: fermato nigeriano

Sorpreso su un treno diretto a Gallipoli senza biglietto, un nigeriano ha litigato col controllore e poi ha aggredito i poliziotti intervenuti per identificarlo

Sul treno senza biglietto aggredisce i poliziotti: fermato nigeriano

Prende un treno senza acquistare il biglietto, litiga col controllore che gli aveva chiesto di mostrare il titolo di viaggio e poi aggredisce un poliziotto intervenuto per identificarlo. L’episodio di violenza è avvenuto lunedì sera nella stazione di Galatina, in provincia di Lecce, ed ha come protagonista un nigeriano di 24 anni, in regola con il permesso di soggiorno.

Lo straniero, salito a bordo di un convoglio regionale che conduce a Gallipoli, era stato avvicinato dal capotreno che gli aveva chiesto, come di norma, di mostrare il biglietto. L’extracomunitario, essendone sprovvisto, ha iniziato una accesa discussione col dipendente delle ferrovie. La lite è stata accentuata dal comportamento arrogante e maleducato dell’africano che, incurante delle rimostranze del controllore, continuava a stare comodamente sdraiato con i piedi appoggiati sul sedile di fronte.

Per evitare che la situazione degenerasse, con conseguente pericolo anche per gli altri passeggeri, il capotreno è stato costretto ad allertare la polizia. Anche di fronte agli agenti che gli chiedevano i documenti, però, il nigeriano ha continuato con il suo atteggiamento prepotente ostacolando, così, l’azione delle forze dell’ordine.

Il 24enne non solo si è rifiutato di scendere dal treno ma è andato in escandescenza tanto che, in preda alla furia, ha aggredito fisicamente i poliziotti. Gli agenti, dopo una violenta colluttazione, sono riusciti a bloccare e ad arrestare lo straniero con le accusa di resistenza e lesioni a Pubblico ufficiale. Una volta concluse le formalità di rito, per il nigeriano si sono aperte le porte del carcere di Lecce

Commenti