Torino, tenta di strangolare la compagna e accoltella il figlio

Un uomo di 56 anni è stato arrestato per tentato omicidio. Aveva già precedenti per maltrattamenti. Il ragazzo se la caverà con trenta di prognosi

Attimi di paura a Torino dove un uomo di 56 anni, originario di Catania, ha prima tentato di strangolare la convivente e subito dopo ha accoltellato il figlio di lei, un ragazzo 25enne, intervenuto per aiutare la madre. Sono stati i carabinieri giunti sul posto in seguito a una segnalazione al 112, a evitare la tragedia. Probabilmente sono stati i vicini di casa a telefonare ai militari, preoccupati dalle urla provenienti dall’abitazione dove viveva la coppia. L’aggressore è risultato avere precedenti penali per maltrattamenti. In passato aveva assalito la donna all’interno dello stesso appartamento dove è avvenuta la feroce lite ieri, culminata poi nel sangue. Ancora da capire cosa abbia scatenato il violento litigio.

L'aggressione in un appartamento a Torino

Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, il fatto è avvenuto ieri pomeriggio, giovedì 2 gennaio, poco dopo le 14, in un’abitazione sita in via Bovetti, a Torino, nel quartiere Mirafiori Sud. L’uomo ha aggredito la sua compagna, una operaia di 49 anni, cercando di strangolarla, probabilmente al culmine di una violenta lite domestica. Il figlio di lei, che la donna ha avuto da una precedente relazione amorosa, ha cercato di salvare la madre mettendosi in mezzo tra i due. A quel punto il 56enne acciecato dall’ira, ha afferrato un coltello da cucina e si è avventato sul giovane, colpendolo con la lama più e più volte, senza rendersi realmente conto dove stesse infertendo le coltellate. Solo l’intervento dei carabinieri del Nucleo Radiomobile ha evitato la tragedia. I militari hanno infatti fatto irruzione nell’alloggio e bloccato l’aggressore. Subito dopo aver disarmato e immobilizzato il 56enne, si sono occupati di madre e figlio. Entrambi sono stati soccorsi dal personale sanitario del 118 giunto nell’abitazione. La donna non aveva riportato ferite.

Il ragazzo se la caverà

Il 25enne invece ha avuto bisogno di essere trasportato in codice rosso all’ospedale delle Molinette di Torino, dove è stato ricoverato. Avrebbe infatti diverse ferite sul corpo, ma non sarebbe in pericolo di vita. Nella mattinata di oggi, venerdì 3 gennaio, i medici che lo hanno in cura hanno sciolto la prognosi di trenta giorni e hanno preferito tenerlo in osservazione per effettuare ulteriori esami clinici e poter escludere totalmente eventuali complicazioni. L’uomo è risultato essere già conosciuto alle forze dell’ordine. In passato era infatti stato segnalato per episodi di maltrattamento. Ieri pomeriggio l’aggressore è stato arrestato per tentato omicidio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.