Tragedia Costa Concordia Identificate altre sette vittime

La prefettura di Grosseto ha confermato l'identificazione della piccola Dayana Arlotti e di altre sei vittime, tra cui anche il padre della bambina

Tragedia Costa Concordia Identificate altre sette vittime

Mentre ieri sono riprese le operazioni di ricerca sulla nave Costa Concordia, oggi è stata confermata l'identificazione della piccola Dayana Arlotti, la bambina rimasta vittima della tragedia del Giglio.

A comunicarlo è stata la prefettura di Grosseto, annunciando anche l'identificazione di altre sei vittime, tra cui anche Williams Arlotti, il padre della piccola Dayana. Oltre a lui, sono stati identificati 3 cittadini tedeschi, Elisabeth Bauer, Brunhild Werp e Margrit Schroeter e due cittadini francesi, Michael Belmand e Mylene Litzler.

Alcune delle vittime tedesche punteranno a una causa milionaria di fronte alla giustizia statunitense. L’incontro dello scorso fine settimana, a Monaco, con l’avvocato Usa John Arthur Eaves, sembra aver convinto molti dei presenti, più di una dozzina di persone che, invece di accettare gli 11mila euro proposti in cambio della rinuncia ad azioni legali, puntano a far causa alla holding statunitense, Carnival, con sede a Miami.

Si parla di somme importanti: 100mila dollari per la sola presenza a bordo, tra i 300mila e i 700mila dollari per risentimenti fisici o psichici (tick, attacchi di panico, eruzioni cutanee), fino ai 5 milioni per i parenti di chi ha perso la vita.

Intanto ieri sono proseguite le attività propedeutiche per consentire di rendere operativo il robot telecomandato R.O.V. che sarà utilizzato per la ricerca dei dispersi - ancora sette - in spazi inaccessibili fino ad oggi ai sommozzatori.

Commenti