Train surfing, ecco la nuova folle moda che spopola tra i giovani

Due writer hanno pubblicato su Instagram il filmato della loro bravata: incappucciati, cavalcano un treno in corsa

Train surfing, ecco la nuova folle moda che spopola tra i giovani

Noi siamo i giovani, i giovani i giovani, siamo l'esercito, l'esercito del surf, cantava Catherine Spaak nel 1964. Ecco, ora, a più di mezzo secolo di distanza dalla hit i giovani di oggi pensando bene di "fare surf"...su un treno in corsa. È il cosiddetto train surfing, è la nuova folle moda che spopola tra i giovani, italiani e non.

I video choc che immortalano la "bravata" sono firmati free.kidz e arrivano dal Trentino Alto Adige, dove lungo la tratta ferroviaria che collega Bolzano e Merano, due writer incappucciati per rendersi irriconoscibili si divertono a sfidare la morte per una botta di adrenalina e qualche visualizzazione in più sui social, praticando il cosiddetto "train surfing".

C'è chi, spesso in stato di ebbrezza, attraversa i binari della ferrovia - è accaduto nei giorni scorsi a Bressanone - e chi, appunto, si diletta a mettere a repentaglio la propria vita facendo surf sul treno.

Nel girato - intitolato "Escaping Reality", ovvero "Fuggendo dalla realtà" - si vedono due ragazzi col volto coperto da una maschera, incappucciati e dotati di telecamera su un caschetto per "immortalare" la loro cretinata. Il tutto mentre viaggiano aggrappati alla coda della littorina del treno regionale Sad da Bolzano in direzione Merano. Durante il viaggio i due hanno anche imbrattato con una bomboletta la parte esterna della vettura marchiandola con la scritta del loro gruppo.

I due attendono aspettano il momento giusto per saltare sul mezzo senza essere visti. Dunque, mettono i piedi sul gancio del vagone e si riprendono per tutto il tragitto. Poi appena il treno fa per fermarsi in stazione, i giovani saltano giù, sui binari. Li percorrono per qualche metro, salgono sulla banchina, attraversano un altro binario scappano via.

Sulla vicenda sta ora indagando la Polizia Ferroviaria bolzanina che vuole risalire agli autori che hanno violato anche la legge sull'uso dei droni. Filmato, infatti, è stato girato utilizzando anche un drone che è andato a sorvolare la linea ferroviaria. I giovani appartenenti al profilo Instagram free.kidz, che non si esclude possano essere altoatesini, sono attivi dall'autunno scorso. Infatti, le foto ritraggono escursioni vietate sulle gru di cantieri edili a Bolzano e persino arrampicate da brivido su antenne cariche di neve in zone montane. In un altro video della pagina, datato 13 settembre 2019, un gruppo di ragazzi si riprende durante il "train sur"' sul tetto di altri convogli.

Commenti