Trapani, favori sessuali in cambio di permessi: arrestato il direttore Caritas

Don Sergio Librizzi avrebbe utilizzato i suoi poteri per estercere favori sessuali a minorenni e maggiorenni extracomunitari

Trapani, favori sessuali  in cambio di permessi: arrestato il direttore Caritas

Don Sergio Librizzi, direttore della Caritas diocesana di Trapani, è stato arrestato questa mattina dalla sezione di polizia giudiziaria della Forestale di Trapani su disposizione della Procura. Al sacerdote sarebbero contestati le ipotesi di concussione e reati sessuali. Il prete è stato fermato poco prima delle 11 di questa mattina nella canonica della chiesa di San Pietro, di cui è parroco. Al momento il parroco è stato sollevato "in attesa che la magistratura faccia il suo corso, per prudenza, da tutti gli incarichi pastorali", ha comunicato la curia vescovile di Trapani che esprime "dolore e amarezza in seguito all'ordinanza di custodia cautelare che ha raggiunto questa mattina il reverendo don Librizzi".

"Confidando nell'operato della magistratura a cui assicuriamo il massimo della collaborazione - osserva la nota - per l'accertamento della verità, chiediamo alla comunità ecclesiale d'intensificare la preghiera coscienti dalle parole del Vangelo che solo la verità rende liberi". Sono almeno una decina gli episodi di abuso sessuale contestati al presidente della Caritas. "I reati a sfondo sessuale - dice all'Adnkronos il procuratore di Trapani Marcello Viola - riguardano diversi soggetti, minorenni e maggiorenni, tutti extracomunitari con cui il sacerdote aveva contatti per via della sua posizione all'interno della Caritas". Don Librizzi avrebbe utilizzato i suoi "poteri" per estorcere favori sessuali in cambio, ad esempio, del rilascio di documenti.