Truccate pure auto a benzina "Vw mente sulle emissioni"

I dati falsi sui valori delle emissioni CO2 riguardano anche 90 mila auto a benzina

Truccate pure auto a benzina "Vw mente sulle emissioni"

I dati falsi sui valori delle emissioni CO2 riguardano anche 90 mila auto a benzina: lo ha detto il ministro dei Trasporti tedesco Alexander Dobrindt parlando in parlamento del caso Volkswagen. Era stata la stessa Volkswagen a rendere noto ieri sera delle irregolarità emerse nell’indagine interna sul dieselgate, anche sui valori di Co2. Il gruppo di Wolfsburg aveva rivelato che circa 800 mila auto sono coinvolte, sottolineando che si trattasse per lo più di modelli Diesel.

Intanto il giudice di Venezia si è riservato di decidere nei prossimi giorni sulla class action contro Volkswagen avviata da Altroconsumo nel settembre scorso dopo le irregolarità riscontrate sulle emissioni delle vetture tedesche. Anche i risultati sulle emissioni di Co2, è l’accusa dell’associazione, sono stati alterati nei test. "Nel processo di certificazione di determinati modelli - rileva Altroconsumo - sono stati dichiarati valori di consumi, e quindi di emissioni, troppo bassi". L’associazione ha messo alla prova in laboratorio specializzato una Golf Volkswagen 1.6 TDI BM, 77KW, confrontando i risultati relativi ai consumi di carburante con i dati dichiarati dalla casa automobilistica. I consumi e le emissioni di Co2 sarebbero risultati più alti del 50%, "producendo così false aspettative nei consumatori, una vera e propria pratica commerciale scorretta, oggi ammessa nero su bianco dalla casa tedesca". La class action sulle emissioni di Co2 ha già raccolto 7.863 pre-adesioni, mentre oltre 12.000 sono i consumatori che hanno aderito al filone dieselgate, l’azione avviata a seguito del più recente scandalo. Nella class action in discussione a Venezia l’organizzazione di consumatori chiede che la casa automobilistica sia condannata al risarcimento dei danni:
ipotizzando una percorrenza annua di 15.000 km, la somma è di 502 euro per i possessori del modello testato da Altroconsumo. Moody’s inoltre ha tagliato il rating di Volkswagen ad A3 da A2 per i «rischi crescenti per la reputazione e gli utili futuri» creati dalle nuove irregolarità riscontrate sui consumi e le emissioni di Co2 di alcuni veicoli. Lo si legge in una nota dell’agenzia. Infine si registra nuovo tonfo in Borsa per Volkswagen, colpita oltre che dal Dieselgate anche dalle false dichiarazioni sulle emissioni di Co2 dei motori a benzina. L’azione privilegio ha ceduto il 9,5% a 100,45 euro, scendendo sotto i 101 euro. Sotto pressione anche Porsche (-8,01% a 40,08 euro). Per Vw il conto in Borsa è salato: oltre 23,5 miliardi, dallo scoppio del Dieselgate.

Commenti