Università, al via i test Un esercito di 80mila iscritti per 10mila posti

Partono ufficialmente oggi le prove di ingresso. Si comincia con le prove di ammissione alla facoltà di Medicina e Chirurgia. Proteste dal mondo universitario contro il numero chiuso

Università, al via i test Un esercito di 80mila iscritti per 10mila posti

È il giorno dei test universitari. Partono ufficialmente oggi le prove di ingresso. Si comincia con le prove di ammissione alla facoltà di Medicina e Chirurgia che decideranno le sorti di chi aspira a una carriera medica.

Il Ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo ha fatto il suo in bocca al lupo agli iscritti ai test di Medicina e di Odontoiatria che quest’anno sono circa 82 mila. I posti disponibili sono molti di meno: 10.173 per chi sogna di diventare medico e 931 per i futuri dentisti.

Alla linea di partenza l'Udu, Unione degli universitari, ha fatto sentire la propria voce di protesta contro il numero chiuso. L'Udu ha organizzato un’azione dimostrativa in tutta Italia per manifestare il completo dissenso a questo sistema di sbarramento all’accesso al mondo dell’università. Appena prima del test d’ingresso di Medicina – che in media prevede che ci siano sette/otto candidati per un solo posto – ha promosso un flash mob con i divieti d’accesso con scritto nella striscia bianca Università.

“Oggi migliaia di studenti affronteranno i test d’ingresso e solo uno su otto potrà realizzare la propria aspirazione. Non solo non saranno liberi di poter scegliere il loro futuro, per giunta dovranno sostenere una prova che da anni si mostra fallace sia nel metodo che nei contenuti. Si tratta di un vero e proprio divieto all’accesso al sapere. Per questo stamattina saremo presenti davanti alle aule delle università, in tutta Italia, a manifestare il nostro secco e deciso no al numero chiuso e, nello stesso tempo, a supportare gli studenti attraverso il vademecum che spiega in sintesi come si svolgerà la prova, come evitare errori nel test e cosa fare in caso di riscontrate irregolarità", ha dichiarato Michele Orezzi, coordinatore dell’Udu .

Un esercito di ragazzi pronto a dare tutto per superare il test d’accesso alla Facoltà di Medicina e Chirurgia ha invaso questa mattina i viali dell’università Sapienza di Roma. Sono 6.833 candidati per 997 posti disponibili, circa un posto ogni 7 aspiranti.

I candidati dovranno rispondere a 80 domande, con 5 opzioni di risposta, divise tra logica, cultura generale, chimica, fisica e matematica e biologia. I candidati avranno 2 ore di tempo per rispondere ai quesiti. La prova inizierà alle ore 11 per terminare alle 13.