Urla "Allah Akbar" e attacca: agenti pestati con una sbarra

Orrore a Torino. Un senegalese ha attaccato due poliziotti. Salvini: "Nessuna tolleranza"

Urla "Allah Akbar" e attacca: agenti pestati con una sbarra

Ormai a Torino è allarme sicurezza. Non passa giorno, infatti, che non si verifichino episodi di violenza. L'ultimo è di oggi. Protagonista è un senegalese di 26anni che ha brutalmente aggredito due agenti di polizia. Li ha ripetutamente colpiti con una sbarra di ferro mentre urlava con ferocia "Allah Akbar".

Torino è la stessa città dove, solo alcune ore prima, le forze dell'ordine sono riuscite a liberare una ragazza italiana che, dopo essere stata rinchiusa in uno scantinato da una donna di origini marocchine, è stata obbligata ad avere rapporti sessuali con due uomini e, poi, è stata usata come merce di scambio per la droga. Qualche ora dopo un balordo, urlando "Allah Akbar", l'esclamazione usata dai terroristi islamici prima di attaccare o compiere il martirio, ha dato di matto in via Cuneo, all’altezza di alcuni capannoni usati da una nota catena di supermercati come deposito. Brandendo una sbarra di ferro si è fiondato contro due poliziotti, che si trovavano in zona, e li ha attaccati. Una furia cieca che è stata fortunatamente bloccata dagli agenti evitando così il peggio. Uno dei due è stato comunque ferito alla testa, mentre l’altro alla mano.

Una volta portato in questura dai due poliziotti, è venuto fuori che l'immigrato ha a suo carico due provvedimenti di espulsione, uno del questore di Cuneo e uno del questore di Torino. "Adesso - fanno sapere dal Viminale - è anche accusato di tentato omicidio". Anche durante i controlli in Questura il balordo non ha mancato di attaccare gli agenti, gridando, tra le altre cose, insulti contro il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il ministro dell'Interno Matteo Salvini. "Agli agenti vanno il nostro grazie e il nostro augurio di pronta guarigione", ha commentato il vicepremier leghista che in queste ore sta seguendo personalmente la vicenda di Torino. "Non ci sarà alcuna tolleranza per balordi e violenti che attaccano le forze dell’ordine.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento