L'oltraggio alla vigilia di Natale: ​vandali distruggono il presepe

È successo a Martinengo, nel Bergamasco. I vandali hanno danneggiato il presepe vicino alla chiesa. Il sindaco: "È un atto ignobile"

Era la notte di Natale. Quella che precede uno dei giorni più importanti per i cristiani, la nascita di Gesù. E proprio durante la notte della Vigilia, alcuni vandali hanno danneggiato il presepe allestito vicino alla chiesa parrocchiale.

È successo a Martinengo, un paese della provincia di Bergamo che, la mattina del 25 dicembre si è svegliato con una brutta sorpresa. I passanti e i fedeli che andavano a messa si sono ritrovati davanti manichini (usati per realizzare i personaggi) spogliati e spezzati, sagome gettate a terra e scenografie distrutte.

A renderlo noto è stato il sindaco leghista Mario Seghezzi, che su Facebook ha condiviso una foto del presepe danneggiato, accompagnata da un post di denuncia: "Sono veramente dispiaciuto per l'atto ignobile verificatosi nella notte della Vigilia al presepe adiacente alla Chiesa Parrocchiale", scrive il primo cittadino. Un'azione dettata da "ignoranza e poca furbizia", che "ferisce la serenità, la magia e il calore del Natale", soprattutto perché fatta proprio nella notte della Viglia, poche ore prima dell'inizio delle feste, che richiamano amore, serenità e gioia. La foto condivisa dal primo cittadino mostra un manichino spezzato e gettato a terra, accanto ad alcune sagome di pecore: il tutto è stato abbandonato vicino alla capanna.

Probabilmente non sarà troppo difficile identificare i vandali, dato che la loro azione è stata seguita dagli occhi vigili delle telecamere di videosorveglianza del comune. Si tratterebbe di tre ragazzi, che hanno agito nella notte. Ma, ancora prima di una denuncia, il sindaco Seghezzi, si era augurato che i tre vandali sistemassero il presepe, facendosi avanti senza dover ricorrere a indagini ulteriori. In caso contrario, il primo cittadino ha specificato: "Mi auguro solo che l'ignoranza e la poca furbizia di questi 3 ragazzi (visto che l'atto vandalico si è verificato sotto le telecamere di videosorveglianza) non superino la loro intelligenza".

Mario Seghezzi aveva chiesto che la rappresentazione della Natività venisse ricomposta il giorno di Natale. Per il momento, però, non si hanno aggiornamenti in merito al ravvedimento dei tre giovani.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

electric

Ven, 27/12/2019 - 10:12

Piccoli delinquenti crescono

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 27/12/2019 - 10:26

Trovarli e fargli pagare una forte ammenda.

titina

Ven, 27/12/2019 - 10:53

Speriamo che li becchino e facciano pagare in DENARO!!!

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Ven, 27/12/2019 - 10:55

Sicuramente cantavano bella ciao...

maurizio50

Ven, 27/12/2019 - 11:11

Invece io penso che dietro questa ondata di presepi distrutti ci siano quei soggetti che urlano in ogni dove che Allah sta nel bar!!!

ziobeppe1951

Ven, 27/12/2019 - 11:40

Beh...dato che non è rappresentato da un barcone..non possono che essere stati i kompagni che sbagliano..i cessi sociali...o quelli che sono sempre al bar col pederasta

baronemanfredri...

Ven, 27/12/2019 - 11:49

I PRETI COMUNISTI E VENDUTI AD ALLAH I POLITICI CD CATTOLICI DI SINISTRA E LA SINISTRA INTERA COMPRESI GLI ESTREMISTI, STARANNO ZITTI PERCHE' TACENDO SIGNIFICA CONCORDARE IL REATO. IL TRADITORE CHE OSANNA IL PRESEPE DOVE SAN GIUSEPPE CULLA NOSTRO SIGNORE GESU' CRISTO NON DICE NIENTE AL PARI DEL SUO DEGNO PARROCO CHIAMATO VESCOVO.

Renadan

Ven, 27/12/2019 - 11:52

Sivuramente comunisti e qualche extracominitario, al grido di bella ciao. Penosi, antidemocratici e strumentalizzati

Ritratto di Joyforall

Joyforall

Ven, 27/12/2019 - 12:45

è stato il vento. L'islam è religione di pace, amore, tolleranza dove la violenza viene esercitata al suo interno, priobendo ogni forma di libertà dala vestiario al pensiero…. quello che mi fa ridere che I nostril connazionali prendono le loro difese come le S.I. Sardine Idiote = Stato Is***

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Ven, 27/12/2019 - 12:54

Non possono nemmeno essere chiamati merde, perché dal letame nascono i fiori.

agosvac

Ven, 27/12/2019 - 13:07

Probabilmente era un presepe senza barconi come culla oppure senza Banbin Gesù nero, o anche senza San Giuseppe che cullava Gesù invece della Madonna. Pertanto non hanno riconosciuto il "vero Presepe" accettato dalla Chiesa del Papa e , quindi, lo hanno distrutto.

EliSerena

Ven, 27/12/2019 - 14:13

Soloistic69-maurizio50-Renadan-Joyforall ed altri. Io dico che erano leghisti certamente con un tasso alcolico elevato e magari fatto

Ritratto di Nahum

Nahum

Ven, 27/12/2019 - 14:21

Commenti patetici, è probabile che sia stato qualche balordo di paese annoiato

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Ven, 27/12/2019 - 14:24

E stato giustamente distrutto dalle risorse, che trovavano offensiva per le loro credenze religiose tale rappresentazione idolatrica.

EliSerena

Ven, 27/12/2019 - 15:27

@ziobeppe1951- Povero omuncolo che vive ad odio.Io dico che erano leghisti certamente con un tasso alcolico elevato e magari fatto.--

aldoroma

Ven, 27/12/2019 - 15:29

Esseri inutili... Feccia umana

Malacappa

Ven, 27/12/2019 - 16:19

Prima mettono a posto il preserpe poi una buona dose di legnate cosi tanto pe canta'

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Ven, 27/12/2019 - 18:06

Pagare di tasca loro e una buona dose di legnate..... una volta si faceva così e crescevano meglio.

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Sab, 28/12/2019 - 00:15

Togliete il fiasco a EliSerena.