"Vanessa combatteva nell'Isis", ma la foto è una bufala

Immortalata una combattente curda e non la cooperante italiana rapita in Siria

Sul caso di Greta e Vanessa ognuno ha le sue personali convinzioni. Ma una verità c’è: gli italiani hanno una naturale propensione a credere alle "bufale" del web. Da ieri, infatti, gira in rete una foto che ritrae una delle due cooperanti rapite in Sira, Vanessa Marzullo, mentre imbraccia un fucile d’assalto. Ma la foto è un falso. Infatti, ad essere immortalata nell’immagine è una combattente curda che, al di là di una lievissima somiglianza, non ha nulla a che vedere con la giovane cooperante bergamasca rapita in Siria insieme all'amica Greta Ramelli dall'Isis, e liberata il 15 gennaio scorso.

E dopo le false notizie sulle serate in discoteca come "special guest", arriva anche la "foto-bufala". Un’immagine che ha soltanto contribuito ad alimentare il già accesissimo dibattito legato alla liberazione delle due giovani cooperanti e alla cifra che l’Italia avrebbe sborsato per pagare il riscatto.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

vince50

Mer, 28/01/2015 - 16:46

Indubbiamente la somiglianza c'è,e se la bufala consistesse nel dire che la foto è una bufala?.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 28/01/2015 - 16:53

ANCHE I 12 MILIONI DI DOLLARI PAGATI QUELLI NON SONO UNA BUFALA

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 28/01/2015 - 17:25

tipico sistema della sinistra... fare fotomontaggi è un tratto distintivo del PD :-) e poi, è facile da capire, il fucile, anzi, la carabina, non può essere in mano all'ISIS poichè è di fabbricazione europea o americana, per cui.... :-) (cmq, interessante l'arma! potrebbe centrare napolitano anche a 2000 metri di distanza!) :-)

leo_polemico

Mer, 28/01/2015 - 17:34

Poichè a pensar male si fa peccato ma ci si indovina, come diceva un noto politico, forse la verità è in quella foto o disegno, sul web in cui compare il cartello con la scritta "Rapitemi che poi dividiamo"

dispater

Mer, 28/01/2015 - 17:56

mortimer … una vita a leggere questa testata e ancora non sai che i grosso degli armamenti isis furono distribuiti in chiave anti Assad da … da … su dai compra una vocale !!!! quando si dice avere il cervello rancido !!!!!

gillette

Mer, 28/01/2015 - 18:15

Ah ecco. La foto non è nè bufala nè fotomontaggio. Semplicemente non è Vanessa sostiene l'articolista. La somiglianza è incredibile però!!! Per mortimermouse: sostiene che non può essere in mano all'isis poichè è europea o americana.... ma è risaputo che Al Nusra, Isis e Al-Qaeda sono stati finanziati (quasi alla luce del sole) da Usa, Nato e UE!!!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Mer, 28/01/2015 - 18:15

......."a mia mi pari idda"....disse il pescivendolo al mercato...e guardando bene la foto come dargli torto,sembra la sorella gemella.!

tzilighelta

Mer, 28/01/2015 - 18:33

Mortimer sei uno spasso, la carabina le armi europee, ma come ti vengono!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 28/01/2015 - 19:21

Si è vero, la foto è una bufala perchè quella "canna" una come quella non l'avrebbe di certo voluta sulla spalla!

Turpino

Mer, 28/01/2015 - 19:39

A scopà con arabi gli piaceva lo stesso

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 28/01/2015 - 20:48

DISPATER E TZILGHELTA siete come due cxxxxxxi, e si vede, andate sempre insieme :-) perchè non fate una ricerchina sul calibro .50 BMG? vedrete quante cose non sapete, drogati :-)

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 28/01/2015 - 21:32

Una volta tanto... onore a Il Giornale per aver condannato una notizia bufala. Visti i trascorsi di questo quotidiano come la notizia dell'ebola sbarcata tra i clandestini, il nuovo partito di Santoro e Travaglio, Gheddafi fuggito dalla Libia... per non parlare di "notizie" spacciate come fresche ma risalenti a tre anni prima come quella della richiesta di abolire La Divina Commedia nelle scuole... beh, forse è un modo per espiare le proprie colpe.

PaK8.8

Mer, 28/01/2015 - 21:36

Mortimer, lascia stare. Qui neanche il "giornalista" ha la più pallida idea di cosa sia un fucile d'assalto, figurarsi un Barret o simili. Con questo non dico sia esattamente un Barret, non mi va di cercare, ma appunto è sicuramente quello che intendi tu. Certo che "carabina" le batte tutte, comunque.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 28/01/2015 - 22:41

Topolino Mortimer: si tratta di un fucile a piumini!

Ritratto di raoul1214

raoul1214

Mer, 28/01/2015 - 22:45

Al giornalista che ha scritto l`articolo bisogna fare un corso di armi leggere. Un fucile d`assalto? HAA HAA HAA, si tratta di un fucile cal. 50 usato per lunghissime distanze tutto meno che d`assalto. E poi perdere tempo e spazio ad altre news per dare questo tipo di notizie mi sembra la cosa piu' grave.

Ritratto di raoul1214

raoul1214

Mer, 28/01/2015 - 22:49

Ma che fucile d`assalto, si tratta di un Cal. 50 per il tiro a lunga distanza. Togliere spazio alle notizie vere mi sembra sia la bufala.

angelomaria

Mer, 28/01/2015 - 23:46

LABUFALATA L'HANNO FATTA A VOI!!!!

angelomaria

Mer, 28/01/2015 - 23:48

E ANCHE FOSSE SOLO UNA FOTO COSIDICIAMO RICORDO PER AVERE UN'ARMA DEL GENERE NON SI TROVANO IN EDICOLA!!!!

cinghios

Gio, 29/01/2015 - 09:19

mortimermouse sei sempre il più arguto! Nel tuo commento sopra dici: "non può essere in mano all'ISIS poichè è di fabbricazione europea o americana". Nell'articolo si parla di combattente CURDA. I curdi sono i nemici num. 1 dell'ISIS!

zingozongo

Gio, 29/01/2015 - 09:36

a me piu cheun fucile pare un cannone,pesera 50 kg !!! una contraerea o arma anticarro?dite alla soldatessa che si e' scorddata il caricatore, se poi va al fronte non puo sparare ! ahah distratta

Raoul Pontalti

Gio, 29/01/2015 - 10:09

Brava Carola! Ora però devi dire ai colleghi della Redazione di non pubblicare bufale come quelle dell'infibulazione delle donne del califfato, del manuale su come trattare le schiave nel califfato e della fucilazione di ragazzini per aver visto una partita di calcio...