Varese, maltrattamenti su figlia disabile: madre in arresto

Varese, una donna di 30 anni è stata tratta agli arresti dopo la scoperta, da parte degli inquirenti, dei continui maltrattamenti nei confronti dei figli

Una donna di 30 anni è stata arrestata dalla polizia di Varese, in quanto accusata di continui maltrattamenti ai danni dei figli di 4, 7 e 10 anni. La giovane è madre di una bambina disabile verso la quale la 30enne si sarebbe accanita in maniera particolarmente violenta. La donna avrebbe attuato violenza psicologica ai danni dei piccoli, con tanto di insulti e percosse particolarmente veementi nei confronti della figlia affetta da disabilità. Un cattivo esempio contratto dal fratellino della bambina che, pe run probabile spirito di imitazione, avrebbe anche lui insultato, malmenato e sputato addosso alla sorella.

Daniela Borgonovo, Procuratore della Repubblica di Varese, ha commentato: “Tutti sapevano, insegnanti e assistenti sociali, tutti vedevano i lividi sulla bambina e nessuno ha denunciato” . La dottoressa Borgonovo ha, inoltre, approfondito la questione delle ecchimosi sul corpo della bambina, Tutti coloro che avevano notato gli ematomi si erano limitati a riferire il tutto alla madre, che è stata arrestata oggi 27 giugno.

La donna ha un compagno, che tuttavia non risulta essere il genitore della piccola vittima della vicenda. All'uomo è stato proibito l'avvicinamento ai minori, mentre questi sono stati trasferiti presso una comunità protetta. Un episodio orribile nei confronti di un'anima innocente che non aveva possibilità di difendersi, ennesimo caso di una famiglia disfunzionale le cui conseguenze, come accade il più delle volte, ricadono su bambini innocenti.

Sempre a Varese, un'altra donna è stata invece arrestata assieme al marito per maltrattamento nei confronti dei suoi quattro bambini, costringendo inoltre la figlia di 10 anni ad avere rapporti sessuali con suo padre. Gli arresti in questione risalgono ad un mese fa e sono stati resi noti nelle ultime ore dallo stesso procuratore Daniela Borgonovo, nel corso di una conferenza stampa. Due episodi atroci accaduti nella stessa località, figli di un orrore che non conosce limiti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.