Cronache

Veneto Banca, raffica di perquisizioni della finanza

L'accusa ipotizzata dalla procura di Roma è quella di ostacolo all’attività dell’Autorità di Vigilanza. Sono in corso le perquisizioni anche a casa di 16 soci

Veneto Banca, raffica di perquisizioni della finanza

Blitz della guardia di finanza nelle sedi di Veneto Banca. La Procura di Roma ha aperto un'inchiesta, ipotizzando l'accusa di ostacolo all’attività dell’Autorità di Vigilanza.

Veneto Banca è una cooperativa popolare non quotata, ma con azioni diffuse tra il pubblico in misura rilevante, ed è tra le banche che dovranno adeguarsi al decreto cosiddetto "investment compact". Ad avviare gli aaccertamenti il procuratore aggiunto Nello Rossi ed il sostituto procuratore Francesca Loi del pool economico della procura di Roma.

Le perquisizioni del nucleo valutario e del nucleo di polizia tributaria di Venezia, oltre che nelle sedi dell’istituto di credito, sono state effettuate nelle abitazioni di alcuni dirigenti e azionisti della banca, tra cui quelle dell’ex presidente Flavio Trinca e dell'ex amministratore delegato e tuttora direttore generale dell’istituto Vincenzo Consoli. I loro nomi infatti sarebbero stati iscritti nel registrodegli indagati.

Ma sono state perquisite anche le case di 16 soci, risultati destinatari di ingenti finanziamenti, e la sede legale ed amministrativa di Veneto Banca a Montebelluna.

Commenti