Mafia capitale, Buzzi chiede di patteggiare per la seconda volta

Dopo la bocciatura di giugno, l'ex presidente della cooperativa 29 giugno prova a patteggiare di nuovo chiedendo 3 anni e 9 mesi

Salvatore Buzzi ci riprova. Il vertice della cupola di Mafia Capitale ha provato a presentare una nuova richiesta di patteggiamento, questa volta di 3 anni e 9 mesi di reclusione e 1000 euro di multa. Il presidente della cooperativa 29 giugno, in carcere da dicembre dello scorso anno, è accusato di associazione per delinquere semplice, corruzione, turbativa d'asta e intestazione fittizia di beni. Dalla richiesta del legale di Buzzi rimane esclusa l'aggravante del metodo mafioso che viene considerata come un'accusa incosistente anche se è stata riconosciuta da una sentenza della Cassazione lo scorso aprile.

Per Buzzi si tratta della seconda richiesta di patteggiamento dopo quella presentata, e rigettata poi dalla Procura di Roma, nel giugno scorso. La magistratura ritiene Salvatore Buzzi il vertice di un'associazione che si avvaleva della forza di intimidazione e della corruzione per controllare degli appalti alle cooperative nella città di Roma. In questo sistema corruttivo sarebbe inserito anche l'ex Nar Massimo Carminati. Buzzi e Carminati figurano tra i 59 imputati del maxi processo che inizierà il prossimo 5 novembre. In attesa che inizi l'iter processuale, la procura vaglierà ora la richiesta di Buzzi, che oltre al patteggiamento ha richiesto anche la revoca della custodia cautelare in carcere.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 02/09/2015 - 15:17

Patteggiamento? Con quello che hai fatto hai l'ergastolo, che vuoi patteggiare, ladro patentato.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mer, 02/09/2015 - 15:26

E' questa la riforma della giustizia che noi vogliamo , è l'imputato che decide quanto debba essere la pena.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 02/09/2015 - 15:31

Questo sudicio individuo DEVE marcire in carcere per almeno 10 anni altro che patteggiamento.Come pena accessoria sequestro definitivo di tutti i beni in quanto frutto di attività illecita....in poche parole bisogna AZZERARLO.

Libertà75

Mer, 02/09/2015 - 15:33

urca 1000 euro di multa... con tutti i milioni che si è pappato... vediamo i magistrati se lavoreranno in nome e per conto del popolo o in favore del PD

i-taglianibravagente

Mer, 02/09/2015 - 15:43

"3 anni e 9 mesi di reclusione e 1000 euro di multa".............................NON LE SCRIVETE QUESTE COSE........PIETA'. Questo finche' non fa i nomi di tutte le persone che ha conosciuto in vita sua, compagni di classe delle elementari compresi, va lasciato al GABBIO, e alimentato ad acqua piovana e pane secco. Certo...ho qualche dubbio sulle capacita' dei NOSTRI ad estorcere al Buzzi quanto sopra........GUANTANAMO......ma e' solo un consiglio.