Il video degli alunni. Così hanno accostato Salvini al Duce

La presentazione scritta e realizzata dagli studenti dell'Iti di Palermo. Il video è costato la sospensione alla docente per "mancata vigilanza"

Il video degli alunni. Così hanno accostato Salvini al Duce

Il video che ha fatto tanto discutere realizzato dagli studenti dell’Istituto Vittorio Emanuele III di Palermo. La proiezione del video è costata la sospensione dell'insegnante Rosa Maria dell'Aria, perché non avrebbe vigilato sul lavoro dei suoi studenti, durante la Giornata della memoria. I ragazzi avevano presentato un video accostando le leggi razziali del 1938 di Mussolini al decreto sicurezza di Salvini. Intanto la docente si difende: "Ho sempre lavorato per la scuola"

Appresa la notizia si è alzato un coro di polemiche, soprattutto a sinistra. "Bravissimi i ragazzi, ho guardato il video che hanno realizzato - spiega in una nota il senatore e segretario del Pd Sicilia, Davide Faraone -. Il video incriminato, il corpo del reato utilizzato dagli ispettori del Miur per punire Rosa Maria Dell'Aria, sospendendola, e visionato dalla Digos che si è catapultata a scuola, interrogando gli studenti. Vogliamo sapere chi è il responsabile della sospensione dell'insegnante e leggere l'attività istruttoria che ne ha determinato l'allontanamento, così come, e lo chiederò con una interrogazione, vogliamo sapere chi e perchè ha ordinato agli agenti della Digos di recarsi a scuola per interrogare, spaventandoli, i ragazzi. Sono loro che vanno sospesi, non l'insegnante".

Anche il deputato di Leu, Pietro Grasso, in un post su Facebook ha voluto difendere la docente. "Visto che tutti coloro che ne parlano non l'hanno visto, a partire dalla sottosegretaria Borgonzoni, ho deciso di pubblicare il video completo dei ragazzi dell'Istituto Tecnico Industriale di Palermo (omettendo solo l'ultima slide con i nomi). Guardatelo e giudicate voi: su cosa avrebbe dovuto vigilare l'insegnante? Sulle opinioni degli studenti? Avrebbe dovuto censurare il pensiero degli alunni? In nessuna parte viene detto che Salvini è come Mussolini, come invece leggo ovunque. Vengono accostati provvedimenti e scelte di allora e di oggi, con acume e intelligenza: a chi lo guarda spetta trarre le conclusioni. Allora mi chiedo: perché la Professoressa Rosa Maria Dell'Aria è stata sospesa? Perché è intervenuta la Digos? Mi sembra, al contrario, che gli studenti abbiano ben compreso il significato più profondo della Giornata della memoria: non un rito stanco ma un pungolo per il presente. Forse è proprio l'intelligenza a spaventare Salvini e i suoi!".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento