La vignetta di Vauro: Renzi diventa brigatista

Il premier Renzi nella vignetta ha in mano una pistola ed esclama: "Colpire al cuore il Senato"

La vignetta di Vauro: Renzi diventa brigatista

Se per l'Unità Renzi è Dio che non ascolta la minoranza, per il Fatto Quotidiano e soprattutto per Vauro Senesi, il premier è un brigatista delle Brigate Rosse. Anzi "Brigate Renzi", per la precisione. La vignetta apparsa sul quotidiano diretto da Marco Travaglio di certo non farà piacere al presidnete del Consiglio. La satira di Vauro mette nel mirino le scelete di Renzi e soprattutto del suo governo sulla riforma del Senato. Il dibattito sulla riforma del Senato prosegue da settimane. Da un lato c'è la minoranza dem e l'opposizione che chiedono che palazzo Madama resti elettivo, mentre dall'latro lato c'è il prmier e una fetta della maggioranza che vorebbero eliminare l'elettorato passivo al Senato.

Un braccio di ferro che ha stuzzicato la matita di Vauro. Al punto che il vignettista ha ritratto Renzi come un brigatista con tanto di passamontagna iscritto alle "Brigare Renzi", le nuove "BR". Renzi nella vignetta ha in mano una pistola ed esclama: "Colpire al cuore il Senato". Dietro una bandiera con la stella a cinque punte, simbolo delle Brigate Rosse. Di certo il premier preferirà la vignetta dell'Unità che lo ha paragonato a Dio, ma poichè la realtà è ben diversa, il premier farebbe bene a scendere dalle nuovole e pensare alla realtà, dura, che affrontano, tutti i giorni, milioni di italiani.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento