Virus, anche una 27enne tra le vittime di oggi

La ragazza è la più giovane vittima del Covid-19. Era ricoverata all'ospedale San Salvatore di Pesaro e aveva patologie pregresse

C'è anche una 27enne di Pesaro tra le vittime di oggi, decedute a causa della pandemia da coronavirus. Si tratta della più giovane dall'inizio della crisi sanitaria.

Solo oggi, nelle Marche, sono stati registrati 22 morti, solamente uno meno di eri. Tra loro, c'è anche la ragazza di 27 anni, che era ricoverata all'ospedale San Salvatore di Pesaro. Secondo quanto apprende Agi, la giovane soffriva di patologie pregresse, che si sarebbero aggravate a causa dell'infezione da coronavirus, portandola alla morte.

Il totale delle vittime nelle Marche è arrivato a 136. Secondo i dati diffusi dal Gores, il gruppo operativo regionale per l'emergenza sanitaria, i morti sono 13 uomini e 9 donne, di età compresa tra i 50 e gli 80 anni, ad esclusione della più giovane vittima italiana. Tra le persone decedute, 14 risiedevano nella provincia di Pesaro-Urbino, 6 in quella di Ancona, 1 nel Maceratese e 1 nel Fermano. Tra i morti nelle Marche, 96 sono uomini e 40 donne, su un totale di 136. Per quanto riguarda età e provincia di provenienza, invece, i dati mostrano una media di 79 anni e una distribuzione geografica che vede Pesaro-Urbino al primo posto (106 morti), seguita da Ancona, Macerata e dal Fermano (rispettivamente 16, 6 e 7). In fondo, il Piceno, con una sola vittima.

Soltanto ieri era stata diffusa la notizia della morte di Fabrizio Marchetti, il barista di 32 anni di Nova Milanese, che fino ad oggi era considerato la più giovane vittima per coronavirus. Il ragazzo non era in buone condizioni di salute a causa di un'infezione contratta al ritorno da un viaggio a Cuba, qualche mese fa. Per questo, aveva basse difese immunitarie. A inizio marzo, le sue condizioni di salute erano peggiorate e aveva accusato febbre alta e poi, dopo il ricovero in ospedale, la situazione era precipitata.

I due giovani si aggiungono alla triste lista di decessi causati dal Covid-19 dall'inizio dell'epidemia, che oggi hanno superato i numeri della Cina, raggiungendo quota 3.450, stando ai dati resi noti dal capo della protezione civile, Angelo Borrelli.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.