Virus, a New York e Los Angeles chiudono i locali. Stop anche ai casinò di Las Vegas

Stretta negli Stati Uniti per l'emergenza coronavirus. Le città chiudono bar, ristoranti, cinema e teatri. A New York chiuse anche le scuole

Il coronavirus ferma anche New York. Abbassate le saracinesche di ristoranti, bar e locali, a causa della pandemia di Covid-19, che ha colpito tutto il mondo.

Ad annunciare la chusura, a partire da domani alle 9.00, è stato il sindaco della Grande mela, Bill de Blasio, chiedendo alla popolazione "sacrifici", per fermare il contagio. Da domani "devono chiudere" i locali notturni, i cinema e i teatri e ai ristoranti sarà permesso di effettuare solo consegne d'asporto o a domicilio. "Non è una decisione che ho preso a cuor leggero - ha spiegato il sindaco- Ma la nostra città fa i conti con una minaccia senza precedenti". De Blasio aveva già annunciato la chiusura delle scuole a New York, da oggi fino ad almeno il 20 aprile. "Sono estremamente preoccupato dalla rapidità con cui questo virus si sta propagando- aveva detto de Blasio- è tempo di prendere misure drammatiche". E aveva aggiunto: "È una decisione che prendo dolorosamente".

Il governatore dello Stato di Washington, Jay Inslee, ha annunciato anche la firma "domani dello stato d'emergenza" a causa "dell'esplosione della Covid-19 nel nostro Stato e nel mondo". Per questo è stata disposta la chiusura "temporanea" di ristoranti, bar e locali. Vietati anche gli eventi con oltre 50 persone.

Stretta anche a Los Angeles, che dispone la chiusura di bar, ristoranti e locali notturni, a causa dell'emergenza coronavirus. Il sindaco Eric Garcetti ha annunciato che le misure resteranno in vigore fino al 31 marzo. Permesse le consegne a domicilio e le richieste di asporto. "La mia priorità è proteggervi", ha detto il primo cittadino.

Ferma anche Las Vegas, dove il gruoppo Mgm Resort ha annunciato la chiusura temporanea dei 13 casinò e hotel.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.