Week-end primaverile ma lunedì torna l'inverno: neve anche in pianura al Nord

Il vortice responsabile della forte ondata di maltempo invernale si sta esaurendo: un debole anticiclone ci regalerà un paio di giorni primaverili prima di un nuovo attacco invernale dalla Russia. Temporali e grandinate, martedì potrebbe nevicare sulle pianure del Nord

Il maltempo invernale dei giorni scorsi è già un ricordo: un debole campo di alta pressione cercherà di proteggerci nel corso del week-end dove le temperature saranno in ripresa ma sarà veloce e di breve durata perchè una nuova offensiva dell'inverno colpirà il nostro Paese da lunedì con un netto calo delle temperature e nevicate fino a bassa quota.

Primaverile al Nord, piogge al Sud

Il fine settimana comincerà in gran parte soleggiato ma non mancherà lo spazio per annuvolamenti ed acquazzoni, specialmente nel pomeriggio: se al Nord le condizioni meteo vedranno cieli sereni e tanto sole con temperature massime che toccheranno i 20 gradi, al Centro-Sud l'alta pressione non sarà così forte e ci sarà spazio per piogge pomeridiane sullle zone interne di Lazio ed Abruzzo e su Campania, Sicilia e gran parte dell'area ionica. La situazione migliorerà soltanto in serata.

Prime avvisaglie di cambiamento

Domenica comincerà con tempo stabile per tutti, da nord a sud, ma non durerà: dal pomeriggio, meteo in peggioramento sull'arco alpino in rapida estensione alla Pianura Padana dove si avranno i primi acquazzoni e temporali. Come dicono gli esperti, con il passare delle ore anche Sardegna, Lazio e gran parte del Sud vedranno nuove nubi e piogge sparse con locali grandinate, sinonimo di aria molto fredda in quota.

Nonostante questo, le temperature potranno raggiungere picchi di 20-22°C nelle zone più soleggiate prima del calo che avverrà nella seconda parte della giornata.

Nuovo gelo dalla Russia

Ecco che lunedì si tornerà in inverno: un'ondata di gelo, proveniente dal profondo nord russo, colpirà il nostro Paese con forte maltempo al Centro-Nord e la neve che cadrà a quote collinari sulle Alpi, intorno ai 1200 metri sull'Appennino. Ancora in "attesa" il Sud dove le condizioni meteo vedranno soltanto un po' di instabilità pomeridiana. Le temperature crolleranno nuovamente al Centro-Nord portandosi sotto le medie del periodo.

Neve sulle grandi città?

Il clou della fase fredda sarà tra la notte e la mattinata di martedì 31 marzo: i modelli matematici ci dicono che la neve potrebbe spingersi fin verso la Pianura Padana ed imbiancare città come Milano, Torino, Bologna e Verona e spingersi fino a quote molto basse anche sulla Liguria. È ancora una tendenza, bisognerà aspettare i prossimi aggiornamenti per confermare o meno la previsione.

Il maltempo colpirà anche il Centro con piogge e nevicate a bassa quota mentre sarà più al riparo il Sud dove non mancheranno ampie schiarite.

Anche Aprile comincerà sulla falsariga della fine di marzo con tempo instabile e ben poco primaverile: gran parte della settimana prossima potrebbe compromessa da condizioni di instabilità ed, a tratti, dal maltempo.

QUI TUTTE LE PREVISIONI

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.