West Nile, morto un anziano contagiato a Ferrara

Più di dieci i casi in Veneto. Fuori pericolo la donna di Fossalta di Piave alla quale era stata diagnosticata la febbre del Nilo

West Nile, morto un anziano contagiato a Ferrara

Continuano a cresce i casi di West Nile: la febbre portata dalla zanzara del Nilo ha già contagiato più di 10 persone in Veneto e ora si sta espandendo anche in Emilia Romagna.

Un uomo di 77 anni, residente a Cento, già sofferente di problemi cronici cardiorespiratori, è morto all’ospedale ferrarese di Cona dopo aver contratto il virus West Nile, per una puntura di zanzara infetta. All'uomo, ricoverato per una caduta, è stata diagnosticata una meningoencefalite da West Nile. Il quadro, come spiega il Corriere, si è aggravato per problemi legati all’infezione e alla sua situazione critica, fino al decesso.

Risulta fuori pericolo invece la donna di Fossalta di Piave alla quale era stata diagnosticata la febbre del Nilo. "È stata sempre lucida e presente, sembra abbia passato la fase critica. Ci vorrà ancora qualche giorno per dire di esserne uscita completamente", ha spiegato il primario dell'ospedale di Treviso, Pier Giorgio Scotton.

Altri casi

Poche ore prima della donna, il caso sospetto dell’uomo di Mira ricoverato per un’encefalite all'ospedale di Dolo. Nello stesso momento a un 59enne di Mellaredo di Pianiga con febbre alta e mal di testa è stata confermata la presenza del virus. Il giorno prima il ricovero di un 70enne di Cavarzere. Ma la zona più colpita è quella del Polesine. Un caso poi a Padova. E altri tre nella Bassa Padovana.

Commenti