Ctek: Quattro lettere per dire basta alla batteria scarica

Chi abita in città spesso tutta la settimana utilizza scooter o moto per andare a lavorare e l'automobile sta ferma in box. La soluzione arriva appunto da un piccolo e tecnologico apparecchio che nella sua semplicità di utilizzo ha moltissime funzioni

Ci sono tanti modi per semplificarsi la vita e uno di questi si chiama Ctek Multi MXS 4003. Detto così potrebbe trattarsi di qualsiasi cosa: un nuovo tipo di Viagra, una dieta miracolosa, un profumi che ammalia chi lo annusa, un metodo rilassante basato sullo yoga o perché no una carta di credito che si ricarica usandola. Niente di tutto ciò anche se con la ricarica qualcosa c'entra. Ctek è un caricabatteria ma non del cellulare o del pc, è un caricabatteria per l'auto.
Ma come -qualcuno potrebbe dire- la batteria dell'auto si ricarica andando! Vero, ma è anche vero che si scarica stando fermi e soprattutto con il freddo. Facciamo un esempio pratico. Chi abita in città spesso tutta la settimana utilizza scooter o moto per andare a lavorare e l'automobile sta ferma in box. Arriva il w.e. ma è brutto tempo e l'auto non si muove. Dopo due settimane finalmente un sabato di sole. Tutta la famiglia è pronta per andare fuori città. Si scende in garage ma la macchina non parte: batteria scarica. Sarà stato il freddo oppure l'antifurto inserito che assorbe energia?
Una storia più frequente di quel che si pensa e soprattutto davvero fastidiosa. Basta poco per giocarsi l'unica giornata libera ma anche per essere costretti a spendere centinaia di euro perché la batteria dell'auto va sostituita a causa delle troppe volte che si è lasciata scaricare.
La soluzione arriva appunto da un piccolo e tecnologico apparecchio che nella sua semplicità di utilizzo ha moltissime funzioni. Di base si tratta di un caricabatteria ovvero si attacca da una parte a una presa elettrica (condizione necessaria per il funzionamento) e dall'altra alla batteria dell'auto. Di apparecchi così ve ne sono molti ma hanno diversi problemi: in alcuni casi è addirittura necessario controllarli con il timer in mano come si fa quando si butta la pasta, il rischio è che sorpassato il tempo di carica continuino a mandare corrente bruciando la batteria. In altri casi per caricare la batteria è necessario smontare mezza macchina e sporcarsi le mani. Non tutte le batterie hanno infatti il polo positivo e negativo facilmente accessibile.
Ctek Multi MXS 4003 è completamente diverso. Innanzitutto nella scatola si trovano due anelli da connettere in modo fisso ai poli della vettura, a questi anelli è connesso un filo che termina in un jack che resta quindi a portata di mano.
In pratica l'apparecchio ha a sua volte un jack che si incastra perfettamente in quello attaccato alla batteria. Sul sito http://www.ctek.it volendo si possono comprare jack supplementari da posizionare su tutte le auto della famiglia. Inoltre dispone di quattro programmi distinti uno dei quali è in grado di riportare le batterie scariche profondamente e parzialmente solfatate a livelli di nuova operatività. Può funzionare all'aperto, in qualsiasi condizione ed è resistente alla polvere ed ai getti d'acqua -è omologato secondo lo standard IP65-.
Ma come funziona in pratica? A differenza dei normali caricabatteria lineari essi producono energia assolutamente stabile sia nella tensione che nell'intensità, in modo silenzioso e senza provocare alcun disturbo elettromagnetico. L'estrema pulizia della corrente ha inoltre un effetto benefico sulle batterie, la loro vita utile viene considerevolmente allungata e dopo alcuni cicli di carica le batterie "stanche" dimostrano generalmente un aumento di capacità. Il profilo di ricarica a corrente costante/tensione costante permette ai CTEK di ricaricare nello stesso tempo batterie di capacità quasi tripla rispetto ad un prodotto convenzionale di pari potenza, mentre lo sviluppo di gas è così basso che non è più necessario togliere i tappi della batteria. Il modo di Mantenimento ad Impulsi è specificatamente studiato per chi ha necessità di tenere connesso il caricatore per lunghi periodi di tempo. Uno speciale circuito elettronico provvede ad inviare brevi impulsi quando la batteria scende al di sotto dei 12.9 v, con trascurabile perdita di liquido e mantenendo la batteria costantemente tra il 95 ed il 100% della capacità. Questo permette di avere la batteria al 100% in caso di frequente utilizzo e di poterla lasciare comunque connessa in caso di riposo prolungato. Questo innovativo programma è un'esclusiva CTEK coperto da Brevetto Internazionale. Con il programma "Recond" presente sui modelli MXS 4003, MXS 7000, MXT 4000, MXS 25000 e MXT 14000 è possibile recuperare batterie anche parzialmente solfatate, grazie ad una ricarica con sovravoltaggio accuratamente pilotato. Tutti i modelli sono protetti contro l'inversione di polarità, il corto circuito e la temperatura eccessiva, non producono scintille al momento della connessione e possono caricare batterie al piombo di qualunque tipo, AGM e Gel comprese. Infine va detto che una volta acceso il Ctek si può indicare se si intende ricaricare la batteria di un auto oppure quella di una moto.
Il costo? Poco meno di 100 euro inclusa una garanzia di 5 anni. Ne bastano 55 per il modello XS 800, con meno funzioni ma altrettanto prezioso ed efficace. Ctek più che una spesa è un investimento per prolungare la vita alla propria batteria e per guadagnare in salute e tempo libero.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.