Dalle carezze alla speranza: le sette parole più belle della settimana

Carezze in Ucraina, un bentornato ai turisti, prosperità economica, la memoria di Sorrentino, la ricostruzione di Karkhiv, la speranza di Mihajlovic, la pulizia della Terra

Dalle carezze alla speranza: le sette parole più belle della settimana

Google usa i numeri per costruire le classifiche delle sue ricerche. Noi vogliamo usare un criterio diverso: la poesia, l'arte, insomma la bellezza. E queste sono le parole più belle della settimana:

Cronaca internazionale: carezze

Ci sono state tante carezze questa settimana. Madri che accarezzano i propri figli piccoli, figli che accarezzano i propri genitori anziani, bambini che accarezzano cani, innamorati che si accarezzano a vicenda. Ci sono state tante carezze anche in Ucraina, anche sul fronte della guerra. Le cose che contano non hanno le prime pagine e non fanno rumore. Ma fanno molto bene.

Cronaca interna: benvenuto

Dopo tanto tribolare gli italiani si ritrovano di nuovo a poter far vibrare in gola la parola "benvenuto": sono tornati i turisti nel nostro Bel Paese. Gli eredi di chi faceva il Gran Tour sono tornati ad affacciarsi nelle nostre città, che sono di nuovo piene. Nella nostra storia è incastonata l'accoglienza per chi vuole godere della Bellezza di cui siamo custodi. Non deluderemo il mondo.

Economia: prosperità

Per quante tempeste umane flagellino il pianeta, gli alambicchi dell'economia continuano a trovare i loro equilibri. La Federal reserve ha alzato i tassi in modo armonioso. Gli investitori brindano, e ancora di più brinda chi vuole mettere a frutto un po' di danaro con obbligazioni sicure. Ogni tanto un po' di prosperità e benessere fa bene anche all'anima.

Spettacolo: memoria

È stata la mano di Dio” ha vinto il David di Donatello come miglior film (e per altre quattro categorie). Un film con cui Sorrentino dona agli occhi attenti il suo bene più prezioso: la memoria, che elevata ad arte si propone nella sua versione più vera. Un invito a ricordare. E a coronare di condivisione tutta la nostra memoria.

Arte e letteratura: ricostruzione

Mentre ancora le bombe esplodono, Norman Foster, uno dei più importanti architetti viventi, sta già pensando alla ricostruzione di Karkhiv. Tutto potrà partire da un piano regolatore, intorno a cui riunirà persone e aziende da tutto il mondo. Segno che l'arte, quando è tale, muove sempre i passi della profezia. Anche sotto i bombardamenti.

Sport: speranza

Sinisa Mihajlovic è stato dimesso dall'Ospedale. L'allenatore del Bologna vince un'altra battaglia nella sua guerra contro la leucemia. La sua testimonianza è un indice puntato alla speranza. E noi, per qualunque squadra tifiamo, non possiamo che stare dalla sua parte.

Tecnologia e scienza: pulizia

Riporta il Guardian una scoperta che riguarda alcune piante, capaci di estrarre metalli dal sottosuolo e di portarli nel proprio stelo e nelle proprie foglie. Con la conseguenza naturale che un uso di queste piante è efficace per bonificare e pulire terreni inquinati. C'è un'intelligenza nel cosmo e le piante la usano spesso meglio di noi.

Le parole più cercate

E queste erano le parole più belle della settimana agli occhi di un poeta. Per la cronaca, negli ultimi sette giorni tra i principali termini ricercati secondo Google Trend ci sono invece stati: Lino Capolicchio, Real Madrid-Manchester City, Atalanta-Salernitana, Festa del Lavoro, Chi ha vinto La Pupa e il Secchione 2022, rissa Mughini Sgarbi, Mino Raiola.

Commenti