Tenebre e ossa, i libri da leggere prima della serie Netflix

La saga letteraria di Leigh Bardugo è pronta a diventare una serie per Netflix: tutto quello che c'è da sapere su Tenebre e ossa e i libri del cosiddetto Grishaverse

Tenebre e ossa, i libri da leggere prima della serie Netflix

Tenebre e ossa è la nuova, attesissima serie di Netflix che arriverà il prossimo 23 aprile. Già indicata come possibile erede de Il trono di spade per gli appassionati del genere fantasy, Shadow and Bone (questo il titolo originale) è tratta dalla serie letteraria firmata dalla scrittrice Leigh Bardugo. Il corpus totale dell'opera viene identificato con il nome Grishaverse.

Tenebre e ossa, la trama della serie tv

Alina Starkov (Jessie Mei Li) e Malyen Oretsev (Archie Renaux) sono due orfani cresciuti insieme e il cui destino si intreccia a quello del regno di Ravka, caratterizzato dalla Faglia, una non-zona, un angolo di mondo divorato dalle tenebre e popolato da creature fameliche e omicide. Ed è proprio a causa di questa Faglia che Alina scopre di non essere una ragazza comune. È, in realtà, una Grisha, una dei tanti stregoni che sono in grado di manovrare determinati elementi della materia. Le sue capacità straordinarie catturano l'attenzione del Generale Kirigan (Ben Bernes) che decide di prendere la ragazza sotto la sua ala e istruirla nella città di Os Alta affinché abbia la possibilità di sviscerare il suo potere ed essere una pedina fondamentale per la distruzione della Faglia. Ma forse gli intenti dell'uomo non sono così onorevoli come vuol far credere.

L'universo Grisha, la prima trilogia di Leigh Bardugo

Tenebre e ossa è tratta da una serie di libri scritti da Leigh Bardugo ed editi in Italia da Mondadori. La saga letteraria è composta da tre cicli narrativi, ambientati tutti nello stesso universo letterario, ma dislocati in varie regioni e con protagonisti diversi. La serie tv Netflix prende la maggior parte del suo materiale dalla prima trilogia Grisha, che prende il via proprio con il romanzo Tenebre e ossa e prosegue con Assedio e tempesta per poi concludersi con Rovina e ascesa, attualmente quinto nella classifica dei libri più letti.

In questa prima trilogia la protagonista indiscussa è Alina. Il lettore si trova davanti allo stereotipo più diffuso della letteratura per ragazzi: Alina è la classica ragazza apparenetemente normale, comune, senza particolari abilità che, di punto in bianco, scopre di essere una specie di prescelta, detentrice di un potere che può salvare il mondo. Quello che tuttavia è interessante sottolineare è che Leigh Bardugo ha costruito intorno alla sua protagonista un mondo magico molto affascinante, che si ispira alla Russia zarista, e che soprattutto trabocca di oscurità. L'aspetto più interessante della prima trilogia è osservare la crescita di Alina, vederla combattuta tra ciò che è giusto e ciò che invece l'affascina. Alina è una protagonista che se da una parte insegue a ogni costo la sua idea di giustizia, dall'altra subisce il fascino del potere, dell'unicità che rappresenta e dell'oscurità che sembra chiamarla per nome. Due poli che sono rappresentati anche dai due uomini della sua vita: da una parte l'amore della vita, l'orfano Mal. Dall'altra, invece, le tentazione dell'Oscuro, il personaggio che nella serie televisiva è interpretato da Ben Barnes. È in questa dicotomia tra luce e oscurità, tra giusto e sbagliato, tra altruismo e ambizione al potere che Leigh Bardugo riesce a dare il meglio di sé, costruendo una trilogia che si lascia divorare in pochissimo tempo, grazie anche all'aiuto di uno stile molto lineare e scorrevole, che tuttavia riesce a restituire con precisione i tratti di un mondo fantastico.

Tenebre e Ossa e Kaz Brekker: la duologia di Sei di Corvi

La prima trilogia ambientata nel mondo dei Grisha è seguita dalla duologia composta da Sei di Corvi e Il regno corrotto, che si svolge circa due anni dopo gli eventi raccontati nei primi libri. L'azione si sposta nella città di Ketterdam, una metropoli che si ispira chiaramente ad Amsterdam, coi suoi vicoli e i suoi canali. Protagonista, stavolta, è il giovanissimo Kaz Brekker che, nonostante la tenera età, è diventato uno dei maggiori criminali della città. Insieme alla sua banda, gli Scarti, Kaz accetta una missione apparentemente impossibile: il ladro dovrà liberare un uomo dalle prigioni della Corte di Ghiaccio, una fortezza nota proprio per essere inespugnabile.

Come stile narrativo e costruzione dei personaggi, la duologia di Sei di Corvi rappresenta un incredibile salto in avanti per Leigh Bardugo. L'impianto narrativo è più ricco rispetto alla trilogia precedente e i personaggi sono di maggiore impatto. L'unica pecca della duologia è che la scrittrice si è in qualche modo incaponita a voler rendere i suoi protagonisti degli adolescenti che si aggirano intorno ai diciassette anni. Un'età anagrafica che rende poco credibile la maggior parte del vissuto dei personaggi, che sono troppo giovani per aver fatto già così tante cose. Ma se si mette da parte questo difetto, la duologia è un racconto pressoché perfetto.

Nonostante sia ambientato due anni dopo gli eventi narrati nella Trilogia Grisha, anche Sei di Corvi fa parte del materiale che gli sceneggiatori della serie Netflix hanno voluto inserire in Tenebre e Ossa. Negli otto episodi che compongono la serie, infatti, ci saranno anche Kaz Brekker e i suoi Scarti. La scelta è stata, dunque, quella di inventare delle storie prequel per i personaggi di Sei di Corvi, storie che fossero contemporanee agli eventi raccontati nella prima trilogia. In un'intervista raccolta da Den of Geek, lo showrunner della serie Eric Heisserer ha spiegato: "Quello che io e Leigh Bardugo dovevamo fare era, essenzialmente, inventare delle storie prequel affinché i personaggi di Sei di Corvi - Kaz, Inej e Jasper - potessero incastrarsi con quello che accade nella storyline di Tenebre e Ossa."

La duologia (ancora inedita) di Nikolai

La serie letteraria di Leigh Bardugo si compone poi di altri due libri, al momento ancora inediti in Italia e che si concentrano sul personaggio di Nikolai Lantsov, che fa il suo primo ingresso in Assedio e Tempesta, diventando uno dei protagonisti più amati della saga. La nuova duologia è composta da King of Scars e Rule of Wolves, che raccontano gli eventi quasi immediatamente successivi ai fatti di Sei di Corvi e si concentra sulle conseguenze di quanto accaduto a Nikolai nella prima trilogia. A differenza dei due cicli precedenti, la duologia di Nikolai sembra non aver incontrato il favore sperato, con molte recensioni negative, che sottolineano soprattutto una certa incoerenza narrativa, soprattutto per quanto concerne la costruzione del personaggio principale.