"Diano subito la Coppa al Brasile!" Croati furiosi

Nonostante le ore trascorse dal "fattaccio" in casa croata si mastica ancora amaro. Tra i più polemici Lovren, autore del fallo (?) che ha decretato il rigore a favore dei padroni di casa. I Brasiliani, dal canto loro, guardano avanti.

Il discusso intervento di Lovren sul brasiliano Fred
Il discusso intervento di Lovren sul brasiliano Fred

Un rigore che fa discutere e spalanca le porte della vittoria ai padroni di casa. Il Brasile ha battuto 3 a 1 la Croazia nella gara inaugurale dei Mondiali, ma i Verdeoro hanno sofferto gli avversari molto più di quanto il risultato finale lasci immaginare.

Passato in svantaggio a causa dell'autorete di Marcelo, il Brasile ha faticato ad imporre il proprio gioco a causa del pressing dei Croati, pericolosissimi in contropiede. Sotto accusa l'arbitro giapponese Nishimura che non ha mostrato il cartellino rosso a Neymar, reo di aver colpito un avversario con una gomitata (il campioncino brasiliano siglerà poi una doppietta) e soprattutto ha concesso un rigore inesistente al Brasile per fallo di Lovren su Fred (che appena sfiorato è crollato a terra, come colpito da una letale fucilata).

Vibranti le proteste in campo dei calciatori croati, a cui si sono aggiunte quelle degli utenti dei social network di tutto il Pianeta. Da più parti si è gridato allo scandalo e al complottismo, paragonando Nishimura a Moreno, indimenticabile arbitro protagonista dell'eliminazione azzurra ai Mondiali di Corea del 2002. Al di là dei sospetti e degli eccessi, l'errore è evidente e il rischio che il Brasile possa essere "aiutato" dagli arbitri è tutt'altro che remoto. Difficilmente Nishimura (seriamente candidato ad arbitrare partite le fasi finali) dirigerà ancora in questa competizione.

Il c.t. della Croazia, l'ex bandiera Niko Kovac, al termine della partita ha espresso il suo parere con tranquillità, ma allo stesso tempo fermezza. Dopo aver elogiato i suoi calciatori, Kovac si è scagliato contro l'arbitro, definendo il rigore assegnato al Brasile vergognoso. Kovac ha dichiarato che davanti ad episodi del genere sarebbe meglio darsi al basket e che, se queste sono le premesse, sarebbe meglio tornare direttamente a casa. Non le ha mandate neppure a dire Lovren che si è domandato polemicamente perché non si decida di assegnare la Coppa immediatamente al Paese organizzatore

Lato Brasiliano, naturalmente, ben altri umori con in scena lo show delle frasi di circostanza: Neymar confessa come sperasse in un buon debutto ma non in una una doppietta, Oscar si dice felice ma, come David Luiz, mette in guardia sulle difficoltà che la Selecao dovrà incontrare ancora e Marcelo ringrazia i compagni per il sostegno dopo l'autorete....insomma tutto da copione, del rigore, però, non parla nessuno...

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti