Tra Don Camillo e Peppone c’è spazio anche per la Liguria

«Guareschi tra Bassa e Liguria» è il titolo del convegno che si terrà presso il Teatro della Gioventù, Sala Govi, via Cesarea 14, domani alle 17.15 per iniziativa del Lions Club Genova Ducale e dell’Associazione culturale Idee in libertà Onlus.
L’evento è di particolare importanza, poiché consentirà di ricordare la figura dell’autore del «Mondo piccolo» (nonché papà dei celeberrimi personaggi di Don Camillo e Peppone che hanno dato vita all’inossidabile serie cinematografica con Fernandel e Gino Cervi), innanzitutto nel suo rapporto con la Liguria, particolarmente significativo considerato che Giovannino Guareschi non amava viaggiare e la nostra regione fu uno dei pochi territori ai quali si legò fuori dalla sua «fettaccia di terra» padana.
Con l’occasione si ricorderà anche il rilievo che questo autore assunse a livello sia italiano sia internazionale: Marco Ferrazzoli, autore del libro «Non solo don Camillo» (edizioni L’Uomo Libero), illustrerà proprio il Guareschi «intellettuale civile», senza il quale, come disse Indro Montanelli, «la storia d’Italia sarebbe stata diversa». Tra gli eventi che lo videro protagonista, ricordiamo la «resistenza bianca» degli Internati militari che si rifiutarono di arruolarsi nella Rsi, l’appoggio dato alla Dc nelle elezioni del ’48 con i manifesti «Nell’urna Dio ti vede, Stalin no» e «Mamma, votagli contro anche per me», le condanne subite per vilipendio di Luigi Einaudi e per diffamazione di Alcide de Gasperi che lo costrinsero a 13 mesi di detenzione. A livello mondiale, i libri guareschiani hanno venduto venti milioni di copie e sono stati tradotti in quasi tutte le lingue.
Carlo Stagnaro ricorderà gli aneddoti legati a Riva Trigoso e Egidio Bandini il legame con la Bassa Parmense. Ospite d’onore, la figlia di Giovannino, Carlotta detta «La Pasionaria». L’incontro sarà vivacizzato da proiezioni di video e letture di brani guareschiani.
L’ingresso è libero, il ricavato della vendita dei libri andrà alla onlus «Mai soli» che si occupa di bambini autistici.
L’organizzano del Lions Club Genova Ducale e dell'associazione culturale Idee in Libertà di Rodolfo Vivaldi ha il sostegno dalla Regione Liguria.

Commenti

Grazie per il tuo commento