Ecco tutte le sanzioni per chi non è in regola

Secondo le nuove leggi lo straniero che entra in Italia illegalmente commette un reato. Non rischia la reclusione ma un’ammenda da 5mila a 10mila euro e l’espulsione. Inoltre gli immigrati dovranno pagare un «contributo» di soggiorno che ha un importo minimo di 80 euro e massimo di 200. Si pagherà per il rinnovo del permesso di soggiorno ma non se questo è per asilo, per la protezione sussidiaria e per motivi umanitari. La permanenza nei Cie, i centri di identificazione ed espulsione, degli immigrati clandestini, è ora di 180 giorni. È prevista la reclusione fino a tre anni per chi, a titolo oneroso, dà alloggio o cede anche in locazione un immobile a uno straniero privo del permesso di soggiorno. Lo straniero che sposa un cittadino italiano può acquistare la cittadinanza italiana quando dopo il matrimonio risieda legalmente nel nostro paese da almeno due anni oppure dopo tre anni dalla data del matrimonio, se residente all’estero. I tempi sono ridotti alla metà in presenza di figli, anche adottati. Deve però presentare all’ufficiale dello stato civile, oltre al nulla osta del Paese di provenienza, anche il permesso di soggiorno.

Commenti

Grazie per il tuo commento