Autogrill torna in utile: 16,8 milioni per il primo semestre

La società chiude i primi sei mesi dell'anno con un utile di 16,8 milioni di euro rispetto alla perdita di 15,6 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. I ricavi si attestano a 2,06 miliardi, segnando un progresso del 4,6%

Buone notizie per Autogrill, che chiude il primo semestre 2016 con tutti i principali indicatori economico-finanziari in significativo miglioramento. Il risultato netto è stato positivo per 16,8 milioni di euro, grazie anche alla cessione delle attività nelle stazioni francesi che ha generato una plusvalenza di 14,9 milioni, mentre nello stesso periodo del 2015 la società aveva registrato una perdita di 15,6 milioni. L’Ebitda consolidato è stato pari a 155 milioni, in crescita del 25,8% rispetto allo scorso anno. Anche non tenendo conto della dismissione operata in Francia, il Mol sale comunque del 13% a 140,2 milioni con un incidenza sui ricavi che passa dal 6,3 al 6,8%.

I dati relativi al fatturato evidenziano un progresso del 4,6% (+5,4% a cambi costanti) a 2,06 miliardi di euro. La società precisa che "nelle prime 28 settimane dell’anno le vendite hanno registrato una crescita del 3,8% (+4,6% a cambi costanti) rispetto al periodo di confronto 2015". Quanto alle prospettive per l’intero anno "l’andamento dei primi sei mesi dell’esercizio e delle prime settimane di luglio permette di confermare la guidance del gruppo per il 2016, comunicata nel maggio scorso, unicamente aggiornata per riflettere gli effetti dalla cessione delle attività nelle stazioni ferroviarie francesi, perfezionata a giugno". Non si possono ancora determinare gli impatti sul 2016 derivanti dal consolidamento delle attività di Cms, tenuto conto che al momento il perfezionamento dell’acquisizione è ancora in corso.

Nel primo semestre Autogrill ha proseguito il rafforzamento del proprio portafoglio. In Nord America, dove Autogrill opera tramite la controllata HmsHost, la prima parte dell’anno ha visto l’aggiudicazione di nuovi contratti e l’ampliamento della presenza negli aeroporti di Los Angeles e Las Vegas attraverso l’accordo raggiunto per l’acquisizione delle attività di ristorazione della società Concession Management Services (Cms) in quegli scali. Nell’area International sono da segnalare l’aggiudicazione di ulteriori punti vendita nell’aeroporto internazionale di Pechino, l’ingresso in Qatar nel nuovo aeroporto internazionale di Doha e il rafforzamento della presenza nell’aeroporto di Abu Dhabi. In Europa il gruppo ha perseguito il programma di razionalizzazione della propria presenza e ridefinizione dell’offerta, attraverso la cessione delle attività del canale ferroviario in Francia e, in Italia, la prima apertura del concept Bistrot in autostrada e del nuovo Eataly x Autogrill.

Guardando ai singoli canali di vendita, Autogrill ha registrato una crescita significativa delle vendite negli aeroporti con un +7,3% (+8,4% a cambi costanti) mentre nel segmento autostradale l’incremento è stato dello 0,6% (+1,1% a cambi costanti). La posizione finanziaria netta è negativa per 639,7 milioni, in leggero calo dai 644,4 milioni di fine dicembre

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.