Banca popolare di Bari, Paragone: "Tutti promossi gli uomini che non videro il buco"

Il senatore del Movimento 5 Stelle: "Salvare i risparmiatori? Il governo sta zitto e il presidente del Consiglio va a cena con il governatore di Bankitalia"

Una perdita netta di oltre 73 milioni di euro. Eppure, sembra che nessuno di Bankitalia pagherà per non essersi accorto del buco della Banca popolare di Bari. "Salveremo i risparmiatori", dicono da Palazzo Chigi ma, secondo quanto sostiene il senatore del Movimento 5 Stelle, Gianluigi Paragone, "il vero salvataggio ancora una volta sarà per il sistema Bankitalia".

Gianluigi Paragone spiega, in un video che ha postato su Facebook, prima del suo intervento a In mezz'ora, come la questione della Banca popolare di Bari sia diventata problematica dopo l'acquisto della TerCas, cioè la cassa di risparmio di Teramo. I vertici di Bankitalia approvarono l'acquisto, sottovalutando le perdite della cassa di risparmio e affidando il nuovo polo bancario alla famiglia Jacobini, storica della popolare di Bari. E questo, "è il primo errore di Bankitalia".

Poi, vengono effettuate diverse ispezioni, prima nel 2016/2017 e successivamente nel 2019: in nessuno di questi controlli, Bankitalia rileva criticità. Ma anche questo sarebbe un errore, dato che "le cose non andavano bene per niente". Infatti, era già saltato il primo cliente della Popolare di Bari, senza che la dirigenza si chiese cosa stesse succedendo, nonostante fossero in corso le ispezioni.

E ora, chi non si è accorto delle criticità di TerCas pagherà? "La verità- continua Paragone- è che il governo sta zitto sui nomi e il presidente del Consiglio va a pranzo e cena con il governatore di Bankitalia". E Paragone fa nomi e cognomi degli uomini responsabili di non essersi accorti del buco. Così, Iganzio Visco, governatore di Bankitalia, resterebbe al suo posto, nonostante "abbia visto fallire la metà delle banche", Salvatore Rossi, il cui occhio sulla TerCas fu fondamentale per guidare la fusione, sarebbe stato nominato presidente di Tim, alla vigilia di importanti operazioni finanziarie, secondo quanto riporta il Tempo. E ancora, Fabio Panette, direttore generale di via Nazionale sarebbe vicino ad entrate nella Bce come membro effettivo, mentre Carmelo Barbagallo, ex capo della Vigilanza di Bankitalia, è passato alla guida dell'Autorità di informazione finanziaria del Vaticano. Infine Lanfranco Suardo, che guidava le ispezioni su Bari, è stato promosso a novembre. Tutti salvi, quindi. "Alla fine nessuno paga", conclude Paragone.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ginobernard

Lun, 16/12/2019 - 10:11

se è vero è una vergogna ... e lode a Il Giornale una delle poche testate sul pezzo. Certo che sti media ... madonna santa che paese ... ah se non fossi vecchio credo me ne andrei in UK ... anche se Boris ha detto che vuole solo gente qualificata. Ma sono convinto che se mi presento con una cassetta di birra caso mai ...

cgf

Lun, 16/12/2019 - 10:15

magari se andassimo a vedere la situazione patrimoniale personale di alcuni...

Giorgio Colomba

Lun, 16/12/2019 - 10:18

L'Italia è una repubblica fondata sul Principio di Peter.

Clamer

Lun, 16/12/2019 - 10:30

La Banca d'Italia è meglio che cambi nome. Serve solo ad elargire lauti stipendi al proprio apparato.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Lun, 16/12/2019 - 10:31

Questo qui oggetto dell'articolo è uno degli aspetti più controversi della vicenda; BankItalia sapeva già da almeno 3anni (2016, da quando erano iniziate le falle di pop Bari) che l'Istituto pugliese navigava in CATTIVE ACQUE (e da GIU2019 Visco aveva inviato commissari BankItalia a Bari per fare "il quadro" della situazione); è difficile capire perchè abbiano perso tutto questo tempo fino ad arrivare ad una soluzione in extremis come quella adottata ieri; peraltro l'analogia corre con Banca Etruria, della cui grave situazione Visco era al corrente almeno da DUE ANNI prima che l'UE costringesse il governo a porla in BAIL-IN a NOV2015, che poi è lo stesso destino che accadrà per pop Bari: azionisti e obbligazionisti "tosati" secondo le regole di Bail-In; garantiti invece i depositi c/c fino a 100.000€ (quelli oltre questo tetto potrebbero essere interessati alla ristrutturazione); certo è che l'operato di BankITA è sempre più gravato da dubbi...

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 16/12/2019 - 10:39

Le banche, I dirigenti bancari, sono come i politici, """PIÙ DANNI FANNO ALLA POPOLAZIONE PIÙ VENGONO PREMIATI, PER QUESTO, LE CARCERI DEVONO ESSERE LUOGHI DI PENA, NON HOTEL A **** 4 STELLE E SE CI SONO PARLAMENTARI CONTRARI A QUESTO, VANNO MESSI ANCHE LORO IN CARCERE A PANE E ACQUA"""!!!

FD06

Lun, 16/12/2019 - 10:40

Solito scatafascio nazionale .... Qualcuno chiarirà ? Non è detto !!!!

jaguar

Lun, 16/12/2019 - 10:46

Infatti fa carriera solo chi non vede, non sente e non parla.

Ernestinho

Lun, 16/12/2019 - 10:47

Ma che ci sta a fare la banca d'italia (in minuscolo voluto)? Ed i "controllori", che prendono un sacco di soldi, cosa controllano? Oltre ai dirigenti della stessa banca di bari, naturalmente!

Ilsabbatico

Lun, 16/12/2019 - 11:25

... impunità bella e buona ...

venco

Lun, 16/12/2019 - 11:25

Normale che negli enti pubblici siano premiati chi fa danni o è inetto nel proprio compito

hectorre

Lun, 16/12/2019 - 11:35

caro Paragone, mi spieghi che ci stai a fare ancora con i 5 stelle?????...non sei all’opposizione, governi con pd, renzi, boldrini,leu....ecc.....sempre molto interessanti i tuoi video su YouTube ma è il classico piede in due scarpe!...un consiglio, differenziati dagli altri e abbandona questi incapaci!

Duka

Lun, 16/12/2019 - 11:42

Vuoi vedere che gli hanno raddoppiato lo stipendio?????

D2015

Lun, 16/12/2019 - 11:49

Sono sempre gli stessi personaggi, pronti ad ogni occasione a diventare commissari, consiglieri presidenti, amministratori per tutelare e fare gli interessi di pochi. Competenze inesistenti, solo amici degli amici, ci meravigliamo che la ns industria sia alla frutta!! Ringraziamo che fino ad oggi abbiamo avuto degli industriali ILLUMINATI, fosse per la politica........

cesare caini

Lun, 16/12/2019 - 11:52

Se la gente non corre agli sportelli della Popolare di Bari a ritirare i propri soldi è perché già non ci sono più !

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Lun, 16/12/2019 - 12:03

nella Pa.dai tempi che furono funziona cosi':fai danni? sei un incapace? anzichè pagare in prima persona,ti promuovono!! e i 5sgrulli predicano:chi ha sbagliato,paghera'....come per il ponte morandi??

effecal

Lun, 16/12/2019 - 12:15

ma per bankitalia tutto regolare. Questi funzionari per bankitalia sono degli eroi.

Ritratto di Willer09

Willer09

Lun, 16/12/2019 - 12:21

Paragone mi sembra sprecato con i 5 stelle

Ritratto di drazen

drazen

Lun, 16/12/2019 - 12:23

I dirigenti di Bankitalia non si accorgono mai di niente! Tanta boria, tanta puzza al naso ma professionalità zero! A questa stregua Bankitalia potrebbe essere liquidata e chiusa: sulla politica monetaria non ha più voce in capitolo perché ci pensa la BCE, come sulla vigilanza internazionale, su quella nazionale si è visto e si vede quali disastri riescono a combinare, resta una parvenza di controllo sul risparmio e sulla moneta, intesa come biglietti e spezzature, per la quale l'impianto faraonico attuale è sovrastimato di parecchio. Ciononostante gli stipendi rimangono livelli elevatissimi e nessuno paga mai per gli errori. Quindi: chiudere e faremo un bel risparmio!

rudyger

Lun, 16/12/2019 - 12:29

Quella signora che conoscevo si chiamava Italia. Ora è soltanto una femmina di Suburra. Il Re-di-Puglia e la Signora Oslavia e tanti altri Nipotini sparsi sul Carso, piangono amaramente. Zozzoni !

Yossi0

Lun, 16/12/2019 - 13:00

di cosa vi stupite ? dal momento che un dirigente del monte dei paschi divenne presidente dell'ABI, dobbiamo aspettarci di tutto e speriamo che sia finita per il bene dei siparmaitori e di questo paese

Ritratto di lurabo

lurabo

Lun, 16/12/2019 - 13:03

niente di nuovo sotto il cielo d'italia!

Ritratto di Lucio Flaiano

Lucio Flaiano

Lun, 16/12/2019 - 13:19

Lucio Flaiano. Brankitalia (Branka, Branka, Branka...), come il mitico Argo, ha 100 occhi, di cui 50, alternativamente, sempre aperti. Ha pure un piccolo esercito di dipendenti con 17 superstipendi annui, mutui a tasso 0,03 (come la caffeina della nota canzone napoletana...), studi dei figli pagati, ferie pagate e altri benefit.

Jon

Lun, 16/12/2019 - 13:21

Paragone..Abbandoni questa marmaglia o si faccia un partito suo! Il suo lavoro e' sprecato.:!! Consob aveva dato l'OK per Anton Veneta acquistata da MPS: a capo c'era Draghi!! Poi promosso alla BCE...!!! Facile da capire..

ginobernard

Lun, 16/12/2019 - 13:29

"Solito scatafascio nazionale ..." negli USA nel 2008 hanno fatto persino di peggio ... a leggere certi libri c'è da rimanere allibiti. Allucinante.

marc59

Lun, 16/12/2019 - 13:34

Il pdc a cena con il governatore di Bankitalia. Una coincidenza.

Iacobellig

Lun, 16/12/2019 - 13:40

Paragone passa al centrodestra il M5S non è casa tua, lascia perdere quella gente che ha tradito il suo elettorato a cominciare da di maio, per la poltrona.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 16/12/2019 - 13:41

Promoveatur ut amoveatur? Siamo alle comiche più comiche (.. tragiche..) delle grilleidi.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 16/12/2019 - 14:16

È chiaro ormai a molti che in questa sfasciata Repubblica,nei posti chiave ci stanno degli emeriti incapaci,tesi soltanto a portare indebitamente a casa un lauto stipendio.

Calmapiatta

Lun, 16/12/2019 - 14:19

Quindi, alla fine, non è colpa di nessuno?

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Lun, 16/12/2019 - 14:40

@ Calmapiatta 14:19 - "non è colpa di nessuno?" - Di certo qualcuno ha sempre colpa, trattando di banche che gestiscono patrimoni e risparmi di centinaia di migliaia di persone finiti in malora; molte volte però si finisce coll'entrare in ambiti così delicati e riservati che fare "nomi e cognomi" dei responsabili diventa problematico se non pericoloso, perchè legati ad ambienti politici AD ALTO LIVELLO com'è purtroppo sempre stato nel caso del sistema bancario Italiano; nel caso di MPS (LA GRANDE MADRE di tutti i BUCHI BANCARI) è stata riconosciuta e comprovata da una Commissione nominata ad hoc la responsabilità della politica locale (Fondazione Bancaria e PROV di SIENA) nella catastrofe della banca senese, ed è stata pure stilata una lista di nomi "eccellenti" di responsabili mai pubblicata, perchè coperti e secretati dalla magistratura italiana per non provocare disordini e turbative pubblici e rivolte di piazza.

lorenzovan

Lun, 16/12/2019 - 14:41

sai che novita'..come i banchjieri che falliscono e ricevono milioni di buonuscita..come i commissari di PS che condannati vengono promossi a prefetti..come i politici che da trombati ricompaiono a guidare enti parastatali prestigiosi.. ..E' la maledizione dello stellone d'Italia..bellezze...

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Lun, 16/12/2019 - 15:02

L'ho sempre detto io che gli ispettori devono essere Paragone e Borghi che presi singolarmente sono due fenomeni , pensate messi insieme.

MOSTARDELLIS

Lun, 16/12/2019 - 15:02

Banca d'Italia, RAI, ALITALIA, ecc. sono tutti carrozzoni politici, dove i cosiddetti manager guadagnano l'ira di Dio per non fare assolutamente nulla. Quando si parla di spending review bisognerebbe cominciare a tagliare del 90% gli stipendi di questa gente senza arte né parte, anche perché tagliando il 90% gli resterebbero sempre un sacco di soldi dei contribuenti italiani. Che schifo. E la gente normale muore di fame.

ulio1974

Lun, 16/12/2019 - 15:22

come "Alla fine nessuno paga"??? Non paga Pantalone, come sempre??

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Lun, 16/12/2019 - 15:26

Il "BUCO" di Banca Popolare Bari dovrebbe essere significativamente PIU' ELEVATO del miliardo messo a disposizione dal piano del governo varato ieri sera, se è VERA una NOTA diffusa da BankItalia in data odierna che cita : "Il Fondo Interbancario Tutela Depositi dovrebbe effettuare rimborsi a favore dei depositanti protetti per un importo complessivo di € 4,5 miliardi circa, a fronte di una dotazione finanziaria del Fondo che a dicembre 2019 è pari a € 1,7 miliardi; questo implicherebbe l'esigenza di attivare integralmente il finanziamento per altri 2,75 miliardi sottoscritto nell'agosto 2019 dal FITD con un pool di banche e finalizzato a fornire prontamente al Fondo risorse per i rimborsi." In parole povere, se tutto questo è vero: altre TASSE in arrivo per gli Italiani.

Ritratto di bimbo

bimbo

Lun, 16/12/2019 - 15:37

Pensare che quando assumono un nuovo dipendente alla B.I. questo deve aver avuto il max dei voti dalla scuola per passare la selezione di partecipazione al concorso di assunzione. hihihihi

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Lun, 16/12/2019 - 15:46

ci mancava la biroccata marinara ....e siamo a posto,,lol

Ernestinho

Lun, 16/12/2019 - 16:37

Sempre la solita storia. I responsabili di bancarotte ed ammanchi vengono premiati in modo considerevole!

necken

Lun, 16/12/2019 - 16:56

Le dimissioni non sono nel DNA dei politici e dipendenti pubblici italiani che per mediare ai propri errori ricorrono alle nazionalizzazioni fatte con i risparmi degli italiani; i quali dovrebbero ritirare in massa i soldi dalle poste che rappresentano il bancomat (cassa depositi e prestiti) per finaziare gli sprechi del Sistema Italia

Ritratto di adl

adl

Lun, 16/12/2019 - 16:58

Ma se si applicassero agli amministratori in caso di fallimento i reati di bancarotta, rischierebbero il coinvolgimento in concorso nel reato, anche i VIGILANTES ???!!!!!

Epietro

Lun, 16/12/2019 - 17:15

A questo punto è ora che facciate i nomi dei premiati da Bankitalia per l'ottimo servizio reso. Speriamo non spuntino i soliti che dicono "voia de lavorà sarteme addosso" seguito dal sonoro "E chi me lo fa fà", in quanto mi sembra che certi concorsi li vincano sempre i soliti noti di una certa parte d'Italia.

routier

Lun, 16/12/2019 - 17:52

"Simul stabunt vel simul cadent" (insieme staranno in piedi, puntellandosi l'un l'altro, oppure tutti cadranno). Siccome tutti i colpevoli prosperano, nessuno pagherà. Questa è l'Italietta "levantina" che viene criticata e disprezzata dalla pragmatica Mittel-Europa. Saremo mai capaci di cambiare in meglio?

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 16/12/2019 - 18:10

Signor Paragone, cosa aspetta a lasciare questo partito inutile e dannoso?

lorenzovan

Lun, 16/12/2019 - 18:22

routier..ecco esattamente quello che scrivo io da anni...e com conoscenza dei fatti..dato il mio peregrinare in Europa da 54 anni...

lorenzovan

Lun, 16/12/2019 - 18:40

giu'alnord...per passare dove ??col trombettiere ballerino...che cambia idea e politica a seconda dei sondaggi ???

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 16/12/2019 - 20:56

lorenzovan Lun, 16/12/2019 - 18:40 Sicuramente saprà dove andare....

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mar, 17/12/2019 - 09:05

@ Routier 17:52 - sarebbe bene ricordare che "la pragmatica Mittel-Europa" (che disprezza l'Italietta) è anche quella che a livello bancario ha fatto ORGIA e SBORNIA di prodotti finanziari DERIVATI negli anni 2000 (banche UK FR DE NL ES CH tutti nessuno escluso, tranne le italiane che se ne sono state saggiamente alla larga) per ricercare rendimenti elevati, e che poi ha pagato il conto facendo nazionalizzare (per forza, non c'era altro mezzo per salvarle) molte loro banche, ma non al costo di 1 miliardo come per la popolare di bari, ma di molte decine di miliardi di € (la sola DE ha dovuto sborsare 200 miliardi € di soldi pubblici, tra aumenti di capitale e titoli tossici rilevati dallo Stato federale o dai vari Land. Una cifra che (dati uff.li della Commissione Ue) vale oltre il 7% del Pil tedesco.) Se questa è serietà "Mittel-Europea", preferisco l'ITALIA.

routier

Mar, 17/12/2019 - 12:16

aorlansky60 Mar- 09:05 Non ho mica detto che chi critica l'Italia sia in odore di santità, ma ho fatto solo una constatazione. Le parole hanno una semantica, ne prenda atto!

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mar, 17/12/2019 - 13:22

@ Routier - anche la mia era una constatazione, peraltro supportata da NUMERI e DATI DI FATTO certi e provati. In grado di testimoniare che "chi" critica l'Italia in determinati settori (uno in particolare, quello bancario) farebbe molto meglio a stare zitto anzichè predicare virtù che non esistono, dato che ne hanno fatto "di peggio" e "di più". Sarebbe ora di smetterla col mito che "i nordici" sono più virtuosi, perchè loro quando decidono di sviare LA LEGGE e le REGOLAMENTAZIONI lo fanno in modo da far sembrare noi italiani semplici "ladri di polli".