Bankitalia Al bando le clausole vessatorie

Stop dal 25 settembre alle clausole importanti scritte in basso ai fogli informativi della banca e con caratteri piccolissimi; impiego di caratteri più chiari per dar maggior rilievo alle informazioni alla clientela; titoli e sottotitoli precisi; frasi semplici e brevi, facilmente comprensibili. Queste alcune delle nuove indicazioni che la Banca d’Iatlia detta a istituti di credito e intermediari per le comunicazioni con la clientela. Regole che arrivano con le nuove disposizioni sulla «Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari per la correttezza delle relazioni tra intermediari e clienti» pubblicate pochi giorni fa in «Gazzetta Ufficiale». Insomma, le informazioni dovranno essere rese alla clientela «in modo corretto, chiaro ed esauriente nonché adeguato alla forma di comunicazione utilizzata e alle caratteristiche dei servizi e della clientela». Nel caso degli intermediari, per esempio, i documenti informativi dovranno essere redatti «secondo criteri e presentati con modalità che garantiscano la correttezza, la completezza e la comprensibilità delle varie informazioni».

Commenti

Grazie per il tuo commento