Fate attenzione al bollo auto: ecco le novità sui pagamenti

In seguito all'emergenza Covid-19, alcune regioni hanno garantito delle proroghe relative al rinnovo del bollo auto: è possibile ottenere il rimborso del 10% per un massimo di 10 euro tramite il Cashback di Stato.

Ancora nessuna misura messa in atto per l'esenzione del bollo auto in seguito all'emergenza Covid-19, ma alcune regioni hanno optato - in tal senso - per alcune agevolazioni relative a proroghe sul pagamento. Come evidenziato da Qui Finanza, il pagamento del bollo auto - solitamente previsto entro la fine del mese successivo alla scadenza - è stato prorogato da tre diversi governi locali:

In Campania il pagamento del bollo auto 2021 è stato prorogato al 31 maggio 2021, con sospensione dei pagamenti per quelli con scadenza fissata tra il 19 gennaio e il 30 aprile. In Emilia Romagna, la sospensione riguarda i bolli auto con scadenza fissata tra il 1° dicembre e il 31 gennaio, con la proroga del pagamento fissata al 31 marzo. Per i veicoli immatricolati nel periodo che va dal 22 dicembre 2020 al 21 gennaio 2021 il termine ultimo di pagamento è fissato al 31 gennaio 2021, per quelli immatricolati - invece - tra il 22 gennaio e il 31 gennaio 2021, la scadenza è il 28 febbraio. In Veneto, invece, la sospensione di pagamento riguarda i bolli con scadenza fissata tra il 1° gennaio e il 30 maggio, con proroga stabilita al 31 giugno 2021.

Chi è esente dal pagamento?

Sono esenti dal pagamento del bollo auto i veicoli di proprietà di persone disabili, con legge 104, i veicoli di proprietà di organizzazioni no profit (senza scopo di lucro), le auto storiche ultratrentennali e le minicar.

Godono di alcune agevolazioni - invece - le auto storiche ultraventennali, con riduzione del bollo del 50%, e i veicoli elettrici, per cui il pagamento del bollo è sospeso per i primi 5 anni successivi all'immatricolazione (7 per quanto rigurada la Campania). Inoltre, in alcune regioni, la sospensione del pagamento è prevista per i veicoli a basso impatto ambientale.

Come calcolare il bollo auto?

Per calcolare il proprio bollo auto è necessario tenere conto di kilowatt (voce P.2 del proprio libretto) e classe ambientale Euro della propria vettura. Il calcolo è effettuabile sul sito dell'ACI attraverso l'inserimento dei dati richiesti. In generale:

-La classe Euro 0 prevede il pagamento di 3 euro a kilowatt per i primi 100, 4.50 per ogni kW oltre i 100
-La classe Euro 1 prevede il pagamento di 2.90 euro a kilowatt per i primi 100, 4.35 per ogni kW oltre i 100
-La classe Euro 2 prevede il pagamento di 2.80 euro a kilowatt per i primi 100, 4.20 per ogni kW oltre i 100
-La classe Euro 3 prevede il pagamento di 2.70 euro a kilowatt per i primi 100, 4.05 per ogni kW oltre i 100
-Le classi Euro 4,5 e 6 prevedono il pagamento di 2.58 euro a kilowatt per i primi 100, 3.87 per ogni kW oltre i 100

Per le vetture con potenza superiore ai 185 kW, sarà necessario il pagamento del superbollo. Nei primi 5 anni successivi a quello di costruzione, il costo è di 20 euro per ogni kilowatt oltre la soglia di 185, tra i 5 e 9 anni il costo unitario scende a 12 euro, tra i 10 e i 14 a 6, tra i 15 e i 19 a 3. Oltre il ventesimo anno dalla costruzione del veicolo non è più necessario il pagamento del superbollo.

Come pagare il bollo e ottenere il rimborso tramite Cashback?

Il pagamento del bollo auto - eseguibile anche di persona presso gli uffici postali, le gli sportelli bancari, le delegazioni dell'ACI e le ricevitorie o online sul sito Poste.it, il sito della propria Regione, l’app IO e il sistema PagoPA - se effettuato attraverso bancomat, carta di credito o metodi di pagamento digitale, prevede il rimborso del 10% per un massimo di 15 euro garantito dal Cashback di Stato. Il rimborso verrà effettuato al raggiungimento di 50 pagamenti dematerializzati nel semestre dal 1° gennaio al 31 giugno e dal 1° luglio al 31 dicembre 2021.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.