Borse e pelletteria, a Mipel debutta il Digital Trade Show

Alla manifestazione che si tiene in Fiera Milano Rho dal 20 al 23 settembre 2020 anche un evento virtuale dedicato al business per garantire la massima visibilità agli espositori anche nei confronti dei visitatori internazionali che a causa dell’emergenza sanitaria mondiale non potranno viaggiare

Mipel, la più importante fiera internazionale business to business dedicate alle borse e accessori in pelle conferma la data del 20-23 settembre 2020 in Fiera Milano Rho, e una tra le prime fiere fisiche ad aprire di nuovo ai visitatori dal'inizio della pandemia, ma rilancia con un novità importante, il Mipel Digital Trade Show, un evento virtuale che garantirà la massima visibilità agli espositori anche nei confronti di quei visitatori internazionali che, per ovvi motivi legati all’emergenza sanitaria mondiale, non potranno viaggiare perchè consente di fare comunque ordini, incontrare virtualmente i brand partecipanti, vedere le nuove collezioni 2021, scoprire tutte le novità.

Partner scelto da Mipel per inaugurare l’inizio di questo percorso digitale è NuORDER, piattaforma leader dell’e-commerce B2B. Gli espositori potranno beneficiare degli strumenti di marketing di cui è leader: cataloghi digitali, line sheets, immagini a 360° e lo showroom virtuale. Tutto con l'obiettivo di aumentare le vendite.

“Con questa importante collaborazione - spiega Franco Gabbrielli, presidente di Mipel -, i principali marchi internazionali di pelletteria e accessori moda che ogni anno animano la nostra manifestazione avranno la possibilità di entrare in contatto con un network qualificato di oltre 500.000 retailers legati a NuORDER, dando così vita ad un sistema di networking digitale senza precedenti per Mipel. La fiera fisica rimane per noi e per gli espositori un momento estremamente importante di contatto e confronto e l’inizio di un percorso fieristico anche digitale aggiunge un ulteriore valore alla manifestazione”

“NuORDER è una piattaforma estremamente innovativa a cui abbiamo affidato il compito di trasportare Mipel anche nel futuro digitale delle fiere - sottolinea Danny D’Alessandro, direttore generale di Mipel -. La partnership è una collaborazione fondata sulle competenze: il ruolo indiscusso di Mipel come fiera leader del settore e la sua rete globale di contatti sono abbinati alla tecnologia di NuORDER e all'approccio lungimirante verso l'e-commerce B2B”.

"Siamo entusiasti di lanciare insieme la prima fiera digitale Mipel - commenta Heath Wells, co-Fondatore e co-ceo di NuORDER -. “Mipel ha risposto rapidamente alle richieste ed esigenze dei suoi espositori e visitatori in modo da continuare a garantirne il networking insieme anche al suo evento fisico. Mettiamo a disposizione della rete globale di Mipel tutte le potenzialità della piattaforma per far conoscere le grandi opportunità che fornisce in termini di visibilità dei brand e potenziamento delle vendite".

A Mipel, nell’area espositiva del polo fieristico di Fieramilano-Rho, espongono normalmente oltre 300 aziende tra brand noti, griffe emergenti e trend setter. Con oltre 24.000 visitatori all’anno è un appuntamento irrinunciabile per promuovere e condividere le nuove proposte di stile. Per informazioni: http://www.mipel.com

NuORDER è la principale piattaforma di e-commerce wholesale che i brand utilizzano per offrire un processo di vendita B2B fluido e collaborativo in cui gli acquirenti possono consultare prodotti, pianificare assortimenti ed effettuare acquisti più intelligenti e consapevoli in tempo reale. La piattaforma è stata progettata con flessibilità e modulabità movimentando oltre 35 miliardi di dollari in volume lordo delle merci. Ha sede a Los Angeles, uffici in tutto il mondo e connette oltre 2.500 marchi e 500.000 rivenditori. Per informazioni: https://www.nuorder.com/

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.