Sciopero dei distributori. Due giorni senza benzina

Ira contro governo e Mise: "Hanno mostrato disinteresse e superficialità verso un settore che garantisce la mobilità dei cittadini"

Sciopero dei distributori. Due giorni senza benzina

Lo sciopero dei benzinai è stato confermato: avrà inizio alle ore 06.00 di mercoledì 6 novembre e terminerà alle ore 06.00 di venerdì 8 novembre. Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio hanno attestato la chiusura degli impianti stradali e autostradali su tutto il territorio nazionale. L'iniziativa nasce a causa della "totale assenza sul terreno del confronto con i gestori" da parte del Mise ma anche dal "silenzio assordante del governo". La loro colpa è quella di aver mostrato "disinteresse e superficialità verso un settore che garantisce la mobilità dei cittadini, il servizio agli automobilisti, dalla grande viabilità sino alle aree interne del paese".

"Invertire la tendenza"

Le misure dell'esecutivo marginalizzano "la nostra categoria, anche attraverso la moltiplicazione di adempimenti fiscali, tanto inutili quanto dispendiosi". Il tutto con la mancanza di coraggio nel "mettere le mani, riordinandola, in quella illegittima giungla contrattuale della quale si avvantaggiano solo soggetti" che spesso illegalmente "continuano a tenere in ostaggio un settore che contribuisce con circa 40 miliardi l'anno al bilancio dello Stato".

La richiesta di chiusura è rivolta a tutti i gestori: il fine è quello di "provare ad invertire una tendenza che ha come obiettivo la scomparsa della categoria". Nel mirino sono finiti tutti quegli adempimenti "inutili fatti per scaricare sull'ultimo anello della filiera, il più debole, oneri e costi e finanche provvedimenti penali per errori formali": dalla fatturazione elettronica alla ai registratori di cassa telematici, passando per l'introduzione degli ISA e dei Documenti di trasporto (Das).

I distributori aperti in Emilia-Romagna

Sul portale della Regione Emilia-Romagna è stata comunicata la lista completa dei distributori di carburante aperti in occasione dello sciopero nazionale degli impianti della rete autostradale. Sulla A1, da Milano a Napoli, saranno operative le pompe delle aree di servizio Arda Ovest e Cantagallo Ovest mentre in direzione opposta, Cantagallo Est e Arda Est. Sulla A13, Bologna Padova, saranno aperti i distributori di Castel Bentivoglio Est e Ovest, sulla A14 Bologna Taranto, La Pioppa Ovest, Santerno Ovest e Montefeltro Ovest, mentre in direzione Taranto Bologna, Bevano Est e Sillaro Est. Ancora, sulla A15 da Parma a La Spezia sarà operativo il distributore dell'area di servizio Medesano Ovest, da La Spezia a Parma Tugo Est e sulla A22 Modena-Brennero la Campogalliano Est.

Commenti

Grazie per il tuo commento