Digitale terrestre, la vostra tv va cambiata? Ecco come scoprirlo premendo solo 3 tasti

Alcune televisioni potrebbero non supportare il nuovo standard di trasmissione in arrivo da giugno 2022. In pochi passaggi, e usando solo il telecomando, è possibile sapere in anticipo se la nostra tv deve essere cambiata

Sintonizzarsi su uno dei due canali test disponibili premendo tre tasti sul telecomando, attendere qualche istante e vedere se lo schermo della televisione restituisce una certa dicitura: è questo il rapido procedimento da mettere in pratica per verificare in completa autonomia se la propria tv necessita di essere sostituita o meno.

Già, perché in un futuro non troppo lontano, per la precisione a partire dal giugno 2022, scatterà l'avvento di un nuovo standard di trasmissione, il Dvb-T2, che costringerà alcune famiglie a cambiare, o comunque integrare assieme a un digitale, i propri apparecchi televisivi.

Il test da effettuare

Al fine di non farsi trovare impreparati di fronte all'imminente svolta basterà sintonizzarsi su uno dei due canali citati: il 100 o il 200. La prima cosa da fare sarà dunque prendere il telecomando e digitare sulla tastiera tre cifre.

Nel caso in cui il vostro apparecchio fosse abilitato a ricevere il nuovo standard di trasmissione, sullo schermo apparirà la dicitura “Test HEVC Main 10”. Questo messaggio ha un significato chiaro e preciso: la tv è abilitata alla ricezione del segnale che verrà.

Il test può essere fatto su entrambi i canali. Mediaset ha infatti lanciato un canale test raggiungibile sul numero 200 del telecomando; poco dopo la Rai ha piazzato il numero 100. Basterà leggere una volta la scritta sopra citata e in quel caso saremo tranquilli.

Attenzione però, perché qualora lo schermo della tv dovesse restituire un'immagine nera, senza alcun messaggio, allora dovrete prendere in seria considerazione l'eventualità di sostituire la vostra televisione.

Cosa fare se lo schermo resta nero

Prima è tuttavia consigliabile fare ulteriori verifiche. Appurato che nessuno dei due canali restituisce il codice “Test HEVC Main10”, lo step numero uno consiste nel risintonizzare tutti i canali e tentare, in un secondo momento, di agganciare i canali test. Se anche in questo caso dovesse esserci un esito negativo, rimane l'ultima possibilità: controllare che i canali test non siano già occupati da altre emittenti.

Se la schermata del vostro televisore dovesse restare nera, allora ci sono due opzioni da prendere in considerazione. La prima: procedere con il cambio dell'apparecchio. La seconda: integrarlo con un decoder di ultima generazione capace di ricevere il nuovo standard di trasmissione che, ricordiamolo, è stato stabilito nel Decreto Ministeriale 19 giugno 2019 del Mise.

Ricapitolando: alcune televisioni potrebbero non supportare il Dvb-T2. Per capire se il nostro apparecchio è ok, è possibile effettuare la verifica collegandosi a uno dei due canali test disponibili (il numero 100 o 200). In caso di messaggio “Test HEVC Main 10” sullo schermo vuol dire che il dispositivo è abilitato, altrimenti, dopo aver effettuato altre verifiche (risintonizzazione dei canali e controllare che i canali non siano occupati da altre emittenti) potremo scegliere di cambiare televisore o di acquistare un decoder di ultima generazione.

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Mer, 12/02/2020 - 13:28

si ma mi prendo un decoder.non vedo il motivo per spendere 600 euro per una tv nuova

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 12/02/2020 - 15:30

Ma se uno lo ha già sintonizzato automaticamente, quei canali non esistono in memoria e ritorna al canale che avevi prima. Sempre che sia una cosa di oggi e devi di nuovo memorizzare i canali facendo la scansione automatica.