Fca ha azzerato il debito: "Pietra miliare per il gruppo"

L'azienda ha registrato una liquidità netta industriale pari a 456 milioni di euro, in crescita di 1,8 miliardi

Fca ha azzerato il debito: "Pietra miliare per il gruppo"

Il nuovo ceo del gruppo Fca, Mike Manley, debutta davanti all'assemblea finanziaria, nel giorno della morte del suo predecessore, Sergio Marchionne.

Secondo i dati resi noti oggi, il gruppo ha ufficialmente azzerato il debito, lo scorso 30 giugno, tenendo fede alla promessa fatta da Marchionne, il primo giugno. L'azienda ha registrato una liquidità netta industriale pari a 456 milioni di euro, in crescita di 1,8 miliardi, rispetto al mese di marzo. I ricavi trimestrali (da aprile a giugno) si attestano a 29 miliardi di euro, con un aumento del 4% (11% a parità dei cambi di conversione), grazie alla "crescita delle consegne". Il trimestre si chiude complessivamente con un utile netto di 754 milioni di euro, in diminuzione del 35% (26% a parità di cambi).

Per quanto riguarda il 2018, il gruppo automobilistico conferma l'obiettivo di un utile netto pari a 5 miliardi di euro. La posizione finanziaria netta in aumento "rappresenta una pietra miliare per il gruppo": così si legge nel comunicato stampa del Lingotto.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti