Federmobili: Salone "super" anche per i negozi di arredamento

Federmobili: Salone "super" anche per i negozi di arredamento

“Un Salone del Mobile che per questa edizione straordinaria si è trasformato in Super. E Super lo è stato davvero: per la novità dell’allestimento, per le formule espositive, per gli spazi dedicati alle mostre e al food, per la commistione tra fisico e digitale e per la grande spinta di vitalità che ha dato alla città di Milano”, Mauro Mamoli, presidente di Federmobili Confcommercio Imprese per l’Italia, la Federazione nazionale negozi di arredamento, commenta così il successo del supersalone che ha avuto 60mila visitatori in Fiera Milano: operatori, buyer e pubblico.

“È stata una manifestazione che, soprattutto, ha permesso di incontrarci di persona dopo tanto tempo e mi piace sottolineare che l’apertura al pubblico non si è rivelata una minaccia, ma, per chi ha saputo sfruttarla e saprà farlo nei prossimi mesi con la propria rete di rivenditori, una grande opportunità, in un momento in cui l’attenzione nei confronti della casa e dell’arredamento è a livelli che non vivevamo da anni”.

“Ho visto una mostra di transizione verso l’edizione del Salone del Mobile.Milano 2022. Ad aprile del prossimo anno mi aspetto di ritrovare molte delle idee progettuali e soluzioni che sono state sperimentate in questi giorni, spero si faccia tesoro di quanto di buono e innovativo si è visto e vissuto in questo supersalone” prosegue Mamoli che rivolge un plauso “a chi ci ha creduto, a chi ha partecipato, a chi ha investito, a chi lo ha voluto, organizzato e progettato. Grazie: ci avete permesso, oltre a tutto il resto, di ritrovare il valore del contatto umano”.
E Laura Molla, direttore di Federrmobili aggiunge: “Un coraggioso, oltre che doveroso, omaggio ai padri fondatori del Salone, nel suo 60esimo compleanno, e un importante contributo alla rinascita del nostro Paese e di Milano”.

Commenti