Fiera Milano lancia Next Mobility Exhibition

Dal 12 al 14 ottobre 2022 il primo appuntamento biennale della mobilità del futuro. Partner: Agens, Aanav e Asstra. L'ad Luca Palermo: "Sarà l’evento di punta in Europa sulla Mobilità delle Persone. Vogliamo favorire una leadership industriale nel comparto della mobilità sostenibile agganciando il processo di transizione ecologica in corso"

Fiera Milano lancia Next Mobility Exhibition

Fiera Milano lancia Next Mobility Exhibition (NME), il primo appuntamento biennale dedicato alla mobilità del futuro che si svolgerà nel Polo espositivo di Rho dal 12 al 14 ottobre 2022. Un nuovo salone, realizzato da Fiera Milano, che avrà come partner Agens (Agenzie Confederale dei Trasporti e dei Servizi), Aanav (Associazione Nazionale Autotrasporto Viaggiatori) e Asstra (Associazione Trasporti). Salone che guarda alle trasformazioni nel settore della mobilità delle persone, una delle sfide e delle opportunità principali per l’Italia e l’Europa. L’obiettivo della Commissione Europea, previsto dal Green Deal di conseguire la neutralità climatica entro il 2050 - e la diminuzione dell’impatto del 55% entro il 2030 - passa inevitabilmente attraverso la riduzione delle emissioni prodotte dai mezzi di trasporto.

Obiettivo che può essere raggiunto con il rafforzamento del trasporto pubblico e del trasporto collettivo perché la vera sfida di sostenibilità e transizione ecologica è rappresentata dal passaggio di persone dalla mobilità privata a quella collettiva e intermodale trasferendo al trasporto pubblico locale il 10% della mobilità privata motorizzata, in grado di generare anche più qualità ed efficacia del servizio con il rinnovo del parco autobus pre-Euro 5 grazie a soluzioni tecnologiche a basso impatto ambientale: alimentazione elettrica, ibrido, metano, motorizzazioni di ultima generazione o a idrogeno.

In questo scenario l’innovazione, la digitalizzazione e la tecnologia sono i fattori chiave abilitanti per sviluppare e promuovere un nuovo modello di mobilità smart, integrata e sostenibile che si inquadra nel processo di transizione di ecologica ed energetica avviato dal Pnnr. Soluzioni innovative per lo sviluppo di un sistema di mobilità sostenibile che fanno parte anche dell’agenda politica italiana. Il Pnnr ha infatti destinato 2,42 miliardi di euro per il rinnovo dei mezzi del trasporto pubblico locale, ai quali si aggiungono altri 600 milioni di euro previsti dal Fondo Complementare fino al 2026.

“Vogliamo dare vita in Italia a un appuntamento internazionale che affronti il tema della mobilità in chiave allargata, organica e di sviluppo sostenibile - spiega Luca Palermo, amministratore delegato e direttore generale di Fiera Milano -. Il trasporto pubblico e collettivo con autobus rappresenta, solo in Italia, un mercato che vale complessivamente 12,4 miliardi di euro all’anno”.

“L’obiettivo è creare nuove opportunità di incontro per contribuire a rilanciare a livello nazionale e internazionale la filiera italiana della mobilità, favorendo lo sviluppo di una leadership industriale nel comparto della mobilità sostenibile agganciando l’importante processo di transizione ecologica in corso - aggiunge -. Next Mobility Exhibition diventerà l’evento di punta in Europa sulla Mobilità delle Persone grazie anche alla sua posizione geografica: la città di Milano, infatti, rappresenta il luogo adatto per organizzare e dar vita a un evento di tale portata oltre che possedere tutte le carte in regola per posizionarsi al centro di un dibattito ad ampio respiro internazionale su questo tema”.

“L’integrazione tra aziende e tra diversi sistemi di trasporto sarà il traino per un nuovo sviluppo del settore - dice Arrigo Giana, presidente di Agens che sottolinea: “Questo cambio di modello, questo diverso approccio, sarà da stimolo per cercare di dare al Paese un nuovo tessuto di imprese in grado di puntare sull’innovazione, sulla sostenibilità e di competere con i grandi competitor europei e mondiali. Le sfide che abbiamo di fronte sono globali e su più terreni: ambientale, digitale e qualitativo. Al nostro settore occorre un cambio di passo, una nuova struttura industriale al servizio del Paese. In questo senso, la cornice e la risonanza di Fiera Milano, rappresentano il luogo migliore per avviare questo percorso”.

Per Giuseppe Francesco Vinella, presidente di Aanav, “l’autobus rappresenta in sé una modalità di trasporto delle persone sostenibile, considerata la capienza e i coefficienti medi di riempimento, ed è un mezzo di trasporto con basse emissioni nocive per passeggero, in grado di sostituire fino a 30 autovetture, con i relativi benefici in termini ambientali e di occupazione di spazi. È sicuro perché i tassi di incidentalità sono simili a quelli del treno ed è inclusivo dal punto di vista sociale, vista la sua intrinseca economicità”. Tutti motivi per cui “si tratta ora di cogliere le nuove sfide che attendono il settore nel suo complesso e Next Mobility Exhibition costituisce sicuramente un’occasione fondamentale per la crescita dell’intero sistema della mobilità collettiva”.

“Abbiamo accolto con favore la proposta di realizzare a Milano un Salone dedicato alla Mobilità Collettiva del Futuro perché questo è un momento unico per arricchire il panorama di una nuova piattaforma di incontro, confronto e scambio, capace di rafforzare il mercato nazionale della mobilità - commenta Andrea Gibelli, presidente di Asstra. “Il Paese, con il Pnnr ha appena avviato un profondo processo di trasformazione che richiede enormi sforzi collettivi per gettare le basi del prossimo futuro. In questo contesto in evoluzione il trasporto pubblico locale può e deve apportare la propria forza economica e stimolare le migliori capacità imprenditoriali e le intelligenze provenienti da università e centri di ricerca”.
“Asstra partecipa all’iniziativa di Fiera Milano in continuità rispetto alla propria offerta convegnistica, rafforzando il proprio ruolo di interprete dei nuovi trend, in un mondo in forte accelerazione. Viene così ampliato il ventaglio di opportunità di partecipazione a fiere, internazionali e nazionali, volte a promuovere l’industria della mobilità in tutte le sue articolazioni e sostenerne la crescita in Italia e all’Estero”, conclude Gibelli.

Commenti